• Welcome to Cavallo Planet - Forum Per gli appassionati di equitazione inglese e americana... e di cavalli..

Semplifichiamo!

Aperto da alex, Marzo 17, 2016, 08:35:29 AM

« precedente - successivo »

alex

Citazione da: raffaele de martinis - Marzo 18, 2016, 03:07:17 AM
il Generale: "L'obbedienza si fonda sulla minaccia"
JDO: "Sfruttate la forza dell'abitudine"
il Canadese: "Rendetegli le cose facili"

Il MCD?
Eccolo:
Non esistono trucchi in equitazione. Ci sono semplicemente dei cavalieri che hanno più o meno tatto equestre e...gli altri.
Poi si spiega meglio:
Il cavaliere dotato di tatto ricompensa al più leggero cenno di obbedienza; quando chiede di nuovo, il cavallo risponde con calma, fiducia e piacere
Nuno Oliveira

Un grande artista sublima il concetto di Oliveira con queste palabras:
"... pensa alle audaci carezze che eccitano la tua amante (...) non fai niente che ella non voglia. A cavallo, faccio proprio questo, non impongo, propongo.
Insomma: fornichiamo... appassionatamente"
Bartabas.
in Mazeppa 1993

Trovare la minima traccia delle parole di Oliveira e di Bartabas nell'assioma di L'Hotte richiede un guizzo di fantasia che non possiedo.  :dontknow:
La nuda Verità è una donna difficile da amare. L'illusione invece è una donna seducente, amorevole, a cui è facilissimo restare fedeli.

raffaele de martinis

L'imboccatura non fa male di per se ma:
Le mani devono essere come il cemento quando il cavallo resiste e come il burro quando lui cede.
Oliveira.

Si arriva alla lieta fornicazione bartabassiana dopo che l'assioma è bellillamente acquisito dal lallo:
Il cavaliere dotato di tatto ricompensa (lassia l'imboccatura, smette cogli speroni) al più leggero cenno di obbedienza; quando chiede di nuovo,   il cavallo risponde con calma, fiducia e piacere ... (non ci sarà bisogno - o quasi - di mani e di jambe)
modestamente: [email protected]

raffaele de martinis

http://www.cavalloplanet.it/index.php?topic=6301.0

Ecco, se andiamo a leggere con un minimo di attenzione il post lincato e accettiiamo che : Per noi, la grande equitazione non è praticata da una "coppia", non è praticata dal famoso "binomio", ma da un solo essere: il cavaliere!
E questa equitazione diventa arte quando il corpo del cavallo diventa il perfetto prolungamento del corpo del cavaliere.
allora,
modestamente: [email protected]