• Welcome to Cavallo Planet - Forum Per gli appassionati di equitazione inglese e americana... e di cavalli..

Ombroso.

Aperto da raffaele de martinis, Gennaio 01, 2014, 03:18:39 AM

« precedente - successivo »

raffaele de martinis

... "il culo nella carriola e le gambe avanti"...

milla

Sinonimo di cavallo nevrile, pauroso, mi è stato detto che il termine deriva da "cavallo che ha paura della propria ombra", plausibile.

Fioravante Patrone

Ma è un termine che viene davvero usato da chi bazzica coi cavalli? A me sembra di non averlo mai sentito pronunciare, questo termine.
Lo si trova solo sui libri?
Insomma, è un termine ormai morto, nellla lingua "equestre" parlata?

alex

Negli umani (si usa, magari è inconsueto/desueto ma si usa) mi pare che abbia assunto un significato diverso, quello di "permaloso", è ombroso uno che si adombra, che si incupisce facilmente.

Dubito che nevrile sia sinonimo di "ombroso"; il nevrile lo vedo come un cavallo che risponde con velocità e energia a qualsiasi stimolo, "energico e sensibile", un cavallo può essere molto ombroso senza essere affatto nevrile (sono i cavalli apparentemente paciocconi e lenti che poi saltano due metri di lato o esplodono per una farfalla che si alza in volo..... prendendo in genere il cavaliere di sorpresa). Preferisco un cavallo nevrile a un cavallo ombroso: del secondo ti frega l'imprevidibilità.
La nuda Verità è una donna difficile da amare. L'illusione invece è una donna seducente, amorevole, a cui è facilissimo restare fedeli.

milla

Concordo con Alex circa la diversa sfumatura assunta dal termine quando è riferito agli umani.

Non concordo invece sull'interpretazione dei termini "nevrile" ed "ombroso" riferiti ai cavalli.

Di certo un cavallo ombroso è un cavallo pauroso (da noi si dice anche un cavallo "sull'occhio"), che un cavallo fifone possa anche essere pacioccone e lento boh può darsi ma a me non è mai capitato, da noi c'è una cavallina lusitana, definita appunto ombrosa, che è un fascio di nervi, schizzata, che salta per aria in modo imprevedibile, come dice Alex, ma è sempre agitata, non alterna imprevedibili salti per aria con "pacioccosità".
Un cavallo nevrile è un cavallo reattivo a tutti gli stimoli, energico e sensibile certo, ma reattivo parecchio anche a tutti gli stimoli esterni (es. ombre, rumori improvvisi ecc.) quindi in un certo senso un cavallo nervoso, pauroso e in definitiva ombroso appunto.

IMO, poi adesso arriva Raffaele con la Treccani e ci mette tutti dietro la lavagna :ignor:

raffaele de martinis

Basta solo Uncane, ombroso est una cosa nevrile altra.

Nevrile: http://www.cavalloplanet.it/index.php?topic=2526.0

Ombrosi sono i polledri senza esperientia, i lalli che vedono male, che non sentono bene o che per loro natura paurosi.

Skizzato è un termine lallista di ultima generatione derivato dal linguaggio giovanilistico, plobabilmente nato nell'ambiente dei tossici.

Secondo il Treccani:

schizzato2 agg. e s. m. (f. -a) [forse da schizo(frenico)], fam. ‚Äď Che ha un comportamento disturbato, incoerente, molto nervoso e agitato: ha un atteggiamento da s.; quella ragazza √® una vera schizzata.

Fino a pruova contraria.

... "il culo nella carriola e le gambe avanti"...

milla

Io lo avevo detto che sarebbe apparso Raffaele con la Treccani, visto?
Vabbè vado dietro la lavagna in ginocchio sui ceci