Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: Patente per passeggiate?  (Letto 8709 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

FedeCege

  • Sr. Member
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 475
Patente per passeggiate?
« il: Aprile 30, 2015, 12:57:58 pm »

Se ne era già parlato in un'altro topic, che ho letto, ma in questo caso volevo approfondire la necessità o meno di possedere una patente qualsiasi per  poter uscire in passeggiata, soprattutto per l'aspetto assicurativo.
Dicono infatti che in assenza di patente anche l'assicurazione sull'equino non risponde per danni a terzi se il cavallo è condotto a mano o montato da persone non qualificate (diverso se il cavallo dovesse scappare e creare danni da solo)....
C'è un maneggio in particolare che infatti rifiuta di portarci in passeggiata anche con i ns cavalli perchè non abbiamo una patente....
E' vera questa cosa o vogliono lucrarci sopra? Chiedono ben 100€ per fare questa benedetta patente!
Connesso

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1943
Re:Patente per passeggiate?
« Risposta #1 il: Aprile 30, 2015, 01:58:44 pm »

Il cavallo per il Codice della Strada è conducibile dall'età di 14 anni senza alcuna patente specifica.

L'obbligo assicurativo, sia per il C.d.S. che per la giurisprudenza, è la RCA.
Ad esempio: http://www.generali.it/Assicurazioni/Danni/Assicurazione-R-C-proprieta-e-uso-di-cavalli/

Su cosa l'assicurazione risponda o meno è materia del contratto tra privato e assicurazione.

Questo se il cavallo è di proprietà e si intende andare su strada (strada: "area di uso pubblico destinata alla circolazione dei pedoni, dei veicoli e degli animali e tutte le aree, di proprietà pubblica o privata, aperte alla circolazione del pubblico").

Se il cavallo è del circolo ippico, oppure se si è privati ma si intende usufruire delle aree specifiche del circolo (campi da lavoro o far parte come allievo alle lezioni) o peggio ancora si intende partecipare a competizioni, va fatta la patente prevista dal circolo ovviamente, dato che si rientra nell'ambito "sportivo" del circolo. E' come per una palestra, non è richiesta nessuna patente per andare in giro come pedone, ma per andare in giro dentro la palestra va fatta la tessera della palestra.... la stessa cosa se è la palestra ad organizzare una scampagnata, siete sempre sotto lo svolgimento delle funzioni dell'istruttore della medesima e quindi state andando in giro come soci della medesima e non come privati.
« Ultima modifica: Aprile 30, 2015, 02:01:02 pm da max »
Connesso
Quel pochissimo che sapete vi impedisce di capire quel moltissimo che non conoscete.

Kimimela

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 5433
  • Amazzone imprigionata in corpo da impiegata
Re:Patente per passeggiate?
« Risposta #2 il: Maggio 01, 2015, 08:33:01 am »

Ciao fede basta che chi esce abbia 14 anni compiuti, non c'è bisogno di nessuna patente. Se hai l'assicurazione rc e il cavallo fa danni non c'entra se chi conduce ha una patente oppure no. L a cosa importante è che però nel contratto assicurativo ci sia scritto che il tuo cavallo è coperto sia che monti tu, sia che lo monti un altro che non sia il proprietario.
La frase mi pare che sia "uso, possesso e custodia",  se c'è questa frase è il cavallo che fa danni non è tuo allora si che l'assicurazione non paga.
Connesso
La Medicina (Canto Apache)
“Il vento e’ la mia medicina che spazza via le pietre dalla mia mente. La pioggia e’ la mia medicina che lava le mie ossa stanche.
Il mio cavallo è la mia medicina, e quando cavalco il ritmo del suo passo dentro mi accende”

Fioravante Patrone

  • noto distributore di malware
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1209
  • Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn
    • Fioravante Patrone
Re:Patente per passeggiate?
« Risposta #3 il: Maggio 01, 2015, 08:54:15 am »

Ciao fede basta che chi esce abbia 14 anni compiuti, non c'è bisogno di nessuna patente. Se hai l'assicurazione rc e il cavallo fa danni non c'entra se chi conduce ha una patente oppure no. L a cosa importante è che però nel contratto assicurativo ci sia scritto che il tuo cavallo è coperto sia che monti tu, sia che lo monti un altro che non sia il proprietario.
La frase mi pare che sia "uso, possesso e custodia",  se c'è questa frase è il cavallo che fa danni non è tuo allora si che l'assicurazione non paga.
Verissimo, per andare in giro non serve nessuna patente. Bastano i 14 anni.

Ai fini assicurativi, tuttavia, una patente potrebbe servire come utile pezza d'appoggio per "giustificare" che chi al momento del sinistro si occupava del cavallo, aveva la necessaria perizia per farlo. Non sono in grado di offrire riferimenti precisi, ma mi ricordo di essermi imbattuto un po' di tempo fa in questo tipo di considerazioni. Se qualcuno fosse in grado di documentarle... Poi magari ci provo, se e quando avrò un po' di tempo.

FedeCege

  • Sr. Member
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 475
Re:Patente per passeggiate?
« Risposta #4 il: Maggio 01, 2015, 09:26:31 pm »

Quindi riepilogando la patente non è necessaria, ma utile ai fini assicurativi... se però i cavalli vengono utilizzati da persone terze senza patente.. siamo punto e a capo.... :dontknow:
Connesso

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1943
Re:Patente per passeggiate?
« Risposta #5 il: Maggio 02, 2015, 10:26:08 am »

Io continuo a non capire la tua situazione. Quindi continuo a rispondere genericamente.

La "patente" non esiste di per se per poter andare a cavallo. Esistono cose che chiamano patenti ma che sono "attestati" di questo o quell'ente sportivo che appunto "attestano" qualcosa valido all'interno di quell'ente sportivo. Quindi.....

- Cavallo tuo, montato da te, per i fatti tuoi e su suolo pubblico: nessuna patente di nessun ente richiesta, ma solo un'assicurazione RCA come se si trattasse di un veicolo diciamo.

- Cavallo tuo, montato da qualcun'altro, per i fatti suoi e su suolo pubblico: idem, bisogna solo verificare che nel contratto dell'assicurazione la copertura valga chiunque stia conducendo l'animale.

- Qualunque altra condizione: bisogna sottostare alle specifiche condizioni... Se come ho già detto il cavallo è tuo, lo fai montare ad un altro, su suolo pubblico MA questo qualcun'altro non viaggia da solo ma è ufficialmente accompagnato da un istruttore di un circolo e beh... valgono le condizioni del circolo.... lo stesso se tu stessa viaggiassi accompagnata dall'istruttore, tecnicamente saresti sotto la sua responsabilità e quindi è legittimo che pretenda da te tutte le garanzie burocratiche del caso perché se no la SUA assicurazione (l'assicurazione dell'ente a cui è affiliato il circolo) non coprirebbe...
Connesso
Quel pochissimo che sapete vi impedisce di capire quel moltissimo che non conoscete.

Luna di Primavera

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 3828
  • Sdomo
Re:Patente per passeggiate?
« Risposta #6 il: Maggio 03, 2015, 10:15:22 am »

se tu stessa viaggiassi accompagnata dall'istruttore, tecnicamente saresti sotto la sua responsabilità...

mah non proprio: se chi conduce il cavallo è maggiorenne l'accompagnatore/istruttore/proprietario non ha alcuna responsabilità in caso di sinistro - a meno che non si riesca a dimostrare che il cavallo affidatogli era evidentemente non adatto al conducente.

caso successo al mio maneggio.

come se io ti presto una macchina e so che ha i freni rotti: ecco, la responsabilità del sinistro è mia.
se la macchina invece è a posto e tu ci fai un incidente la responsabilità è tua.


Connesso
I cavalli davanti mordono, dietro scalciano e in mezzo sono scomodi.
I. Fleming

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1943
Re:Patente per passeggiate?
« Risposta #7 il: Maggio 03, 2015, 10:53:17 am »

Si, ma si rientra già nei cavilli cavillosi dei cavalli.
I freni rotti li dimostri facilmente (ma poi anche qua non è così semplice), l'incauto affidamento di cavallo... mah!!!
Ci sta che per evitare contenziosi difficili da dimostrare/dipanare, se non c'è la piena fiducia si pretenda la tessera/patente e punto.
Connesso
Quel pochissimo che sapete vi impedisce di capire quel moltissimo che non conoscete.