Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: Il ramener  (Letto 279 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8374
Il ramener
« il: Aprile 14, 2018, 05:08:20 pm »

... ossia, il profilo dalla testa sulla verticale.

Non c'entra nulla con la riunione, che è una pratica avanzata, mentre il ramener (correggetemi) secondo alcuni, JDO compreso, dovrebbe essere semplicemente una buona abitudine da far prendere al cavallo prima possibile.

Perchè? Di certo non fa parte del "massimo comun denominatore" di ogni buona equitazione, vorrei capirne meglio origini, motivazioni, vantaggi.
Connesso
Il cavallo è così intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.

Ranas71

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 753
  • Cavaliere
Re:Il ramener
« Risposta #1 il: Aprile 14, 2018, 10:22:11 pm »

... ossia, il profilo dalla testa sulla verticale.

Non c'entra nulla con la riunione, che è una pratica avanzata, mentre il ramener (correggetemi) secondo alcuni, JDO compreso, dovrebbe essere semplicemente una buona abitudine da far prendere al cavallo prima possibile.
Ma mettere la testa sulla verticale (che poi non basta, bisognerebbe dire con la  nuca come punto più alto) senza riunire ( e per riunire non intendo piaffare o fare chissà che, semplicemente far usare al cavallo i posteriori tenendoli sotto la massa) non ha senso. Non penso che appena si inizi a domare un puledro lo si prenda e lo si metta "in mano". Penso che debba essere una conseguenza del lavoro svolto, non qualcosa di forzato dalla mano, sennò basterebbe mettere una bella redine ausiliare e via...
Connesso
Cavalcare trasforma "vorrei" in "posso".

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8374
Re:Il ramener
« Risposta #2 il: Aprile 15, 2018, 07:43:53 am »

Da come dici il ramener dovrebbe essere un "effetto" della riunione, e se è un effetto dovrebbe venire dopo, o almeno contemporaneamente. Tu fai riferimento a qualcosa che è riunione per modo di dire, sembra più "impegno dei posteriori": comunque non divaghiamo, qui vorrei parlare precisamente del ramener.

Siccome la riunione è una fase avanzata dell'addestramento, il ramener dovrebbe essere anch'esso una fase avanzata, mentre ho l'impressione che non sia così, ma che piuttosto sia niente di più che un effetto della semplice "messa in mano", che è una delle fasi iniziali, e non avanzate, dell'addestramento.

Ma prima di procedere chiariamo la definizione: è vero o non è vero che il ramener consiste nel mantenere la testa del cavallo in posizione più o meno verticale? Può essere che non abbia capito niente: in questo caso correggetemi.
Connesso
Il cavallo è così intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.

AnnaQ

  • Sr. Member
  • ***
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 443
  • Sdomo
Re:Il ramener
« Risposta #3 il: Aprile 15, 2018, 12:19:28 pm »

Io provo a dire quel che ho capito.

Monta inglese, imboccatura delicata (filetto), poco tempo in sella e correzioni continue = contatto costante col cavallo (mani, gambe, assetto). SE io tengo le mani ferme in relazione alla bocca del cavallo - quindi seguo al passo e al galoppo, ferme al trotto - e devo avere un contatto con la bocca per andare a saltare, per fare una transizione, per dire bravo continua così, insomma per ogni cosa, ALLORA la posizione migliore per il cavallo per accettare questo contatto è la testa sulla verticale: se stesse sopra, io non avrei contatto. Se stesse sotto, non avrei contatto/ne avrei troppo.

Tutto ciò a prescindere dal movimento e dalla schiena (il ramener puoi ottenerlo anche nell'alt), che chiaramente per lavorare bene deve essere convessa, portare i posteriori sotto, il cavallo deve voler avanzare etc.
Connesso
And but for the sky there are no fences facing

Zarathustra

  • Full Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 139
  • Sdomo
Re:Il ramener
« Risposta #4 il: Aprile 15, 2018, 11:16:48 pm »

Non ho le idee chiare al riguardo.
La messa in mano non obbliga al ramener, il cavallo può stare sopra la verticale purchè, ovviamente, non rovesciato (usa muscoli superiori dell'incollatura). Quando si salta, per l'angolo visivo, i cavalli alzano la testa. Quasi mai si salta in ramener, almeno non ho avuto occasione di notare la cosa. Io non lo faccio.
Penso invece, ma è mia ipotesi non suffragata da certezze, che una relazione con la riunione ci sia, nel senso che il cavallo in ramener dovrebbe cedere la mascella e mollare la nuca, quindi abbandonare ogni resistenza in quell'area, e ciò dovrEBBE alleggerirlo alquanto dall'imboccatura, il che prelude/implica ad un equilibrio più sui posteriori.
Ma siamo su livelli che non sono i miei.
Connesso

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8374
Re:Il ramener
« Risposta #5 il: Aprile 15, 2018, 11:38:29 pm »

Siamo comunque d'accordo sui termini, ossia: che il ramener consiste nel mettere la testa vicino alla verticale?

Se siamo d'accordo, possiamo procedere con il perchè, percome e perquando, ma se non siamo d'accordo su questo punto.... bisogna che un accordo sulla definizione di ramener lo troviamo, prima di andare avanti (a proposito, non sarebbe male che mi indicaste la traduzione esatta di questo termine in italiano, se esiste).



Connesso
Il cavallo è così intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8374
Re:Il ramener
« Risposta #6 il: Aprile 15, 2018, 11:52:37 pm »

.... ma vedo che è un argomento già trattato nel "Dizionario", me n'ero dimenticato (e anche voi).

Rimando a quella discussione e scusate la ripetizione.
Connesso
Il cavallo è così intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.