Cavallo Planet - Forum Per gli appassionati di equitazione inglese e americana... e di cavalli.

Club House => I cavalli..in generale => Topic aperto da: alex - Marzo 16, 2019, 03:04:51 pm

Titolo: Contatto e peso delle redini
Inserito da: alex - Marzo 16, 2019, 03:04:51 pm
IL fatto che le redini "facciano pancia" non significa affatto che non trasmettano una (leggera) differenza di tensione, sufficiente a stabilire e mantenere  il famoso "contatto". L'entità di questa tensione, insufficiente a far sparire "la pancia" (redine perfettamente dritta) ma sufficiente a far "diminuire la pancia"  varia a seconda del peso della redine. Se la redine fosse molto pesante (tipo una robusta catena) la tensione sarebbe notevole; visto che il peso varia, ma non è mai esagerato, parliamo di tensioni molto leggere; e tuttavia non nulle. Prova sperimentale (non l'ho fatta, la farò): tenere in mano a occhi chiusi l'estremità di due redini "che fanno pancia" e chiedere a qualcuno di tenere l'altra estremità e di esercitare piccole tensioni,  fino a far diminuire la "pancia" ma senza arrivare alla "redine tesa". Se la nostra mano avverte qualcosa, probabilmente sentirà qualcosa anche la bocca del cavallo (soprattutto le labbra).

PS: le mie redini sono veramente molto, molto leggere, una fettuccia in sintetico, proverò delle belle redini in cuoio per vedere se noto differenze.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Aluna - Marzo 16, 2019, 04:22:18 pm
Scegliere un tipo di redine piuttosto che l'altro varia a seconda della disciplina, oppure c'entra molto l'abitudine individuale?
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Miky Estancia - Marzo 16, 2019, 06:08:03 pm
Varia in base a molti fattori.
Ad esempio, io e Tony abbiamo gusti differenti per quel che riguarda le redini lunghe che utilizziamo in attacco agricolo. Lui preferisce corde rotonde e spesse, io corde rotonde più fini e morbide.
Idem x il lavoro alla doppia longia, lui preferisce le corde rotonde e spesse, io redini leggere e piatte di cotone.

Per addestrare un cavallo a "mazzetta", Tony utilizza di preferenza delle redini spesse e pesanti di cuoio crudo argentine,  mentre, se deve addestrare in modo classico, utilizza redini di cuoio o cotone.

Per uscire in trek di diversi giorni, preferisco redini di cuoio (evito come la peste i finimenti sintetici), meglio se argentine.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: alex - Marzo 16, 2019, 06:31:18 pm
preferisco redini di cuoio (evito come la peste i finimenti sintetici)

Semplice antipatia, o motivazioni "tecniche"?
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Luna di Primavera - Marzo 16, 2019, 06:40:19 pm
Però alex "segnale" e "contatto" son due cose diverse. Quando monto in capezza con le redini in corda grossa è vero che le indicazioni di redine si danno con un "segnale" senza necessariamente metterle in tensione (senza tendere la "pancia"), ma appunto non c'è contatto e le redini stanno normalmente  abbandonate, le "tocchi" solo quando chiedi qualcosa. Il contatto invece quando c'è, c'è sempre. È come guidare uno tenendolo per mano vs. stargli accanto toccandolo per es sulla spalla per indicargli la direzione.
A me la differenza è stata spiegata così e in effetti mi torna.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: alex - Marzo 16, 2019, 07:54:35 pm
Pensaci.... se la redine "a pancia" può trasmettere una variazione di tensione, può trasmettere anche una tensione invariata. Fra l'altro, le cose cambiano se le redini (quelle singole) vengono veramente abbandonate. In questo caso la tensione cambia d'improvviso: raddoppia (oltre a variare direzione). Potrebbe essere questo il "segnale" che in un cavallo addetrato lo immobilizza.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Bubba - Marzo 16, 2019, 08:04:35 pm
Io non ho capito niente. Mi arrendo.
Ma, secondo me, sentono le redini muoversi sul collo e il nostro peso che cambia in base a come muoviamo la mano.
I cavalli da reining li puoi montare con le redini o senza testiera, non cambia. A casa per gioco  la gente stoppa o cerchia dopo aver tolto la testiera. Io son convinta che siano abituati a leggere il peso del cavaliere. Se entrassero in gioco variazioni di tensione senza testiera sarebbero diversi. Invece no
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: alex - Marzo 16, 2019, 08:38:49 pm
@Bubba: In breve: "pancia" non vuol dire assenza di tensione. Piccola, ma c'è. Più pesa la redine, più tensione c'è a parità di "pancia". I cavi dell'alta tensione "fanno pancia", ma altrochè che c'è la tensione....  quindi, secobdo me, può esserci "contatto" anche se le redini fanno "pancia. Tutto qui.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Bubba - Marzo 16, 2019, 08:57:31 pm
Domani se trovo un volontario provo. Secondo me al morso non arrivano variazioni. Ma proverò
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Miky Estancia - Marzo 16, 2019, 10:23:11 pm
preferisco redini di cuoio (evito come la peste i finimenti sintetici)

Semplice antipatia, o motivazioni "tecniche"?

Entrambe Alex.
Il cuoio crudo argentino, in mano diventa morbido come il burro. Molto confortevole. Il sintetico è  sintetico, lo trovo molto meno confortevole, più rigido, non mi piace proprio la sensazione che mi da in mano, il peso...
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: alex - Marzo 16, 2019, 11:19:10 pm
Probabilmente parli del biothane, che effettivamente nemmeno io sopporto. Le redini originali della Bitless Bridle, che mi erano state regalate, fatte in biothane come la testiera, cle ho provate una volta e immediatamente ri-regalate.  Io invece parlo di una fettuccia di tessuto sintetico - morbidissima, anche se estremamente resistente.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Luna di Primavera - Marzo 17, 2019, 02:35:33 pm
No. Scusami.
Come forse ho già raccontato, una volta ho provato a indossare la capezza a nodi sulle mie braccia nude, con  l'istruttrice che teneva in mano la longhina. Se la mano dell'istruttrice stava ferma, io sentivo solo la presenza della capezza. Se l'istruttrice scuoteva anche leggerissimamente la mano, io avvertivo la vibrazione arrivare alla capezza e dunque alle braccia, e appena lei interrompeva lo scuotimento anche la vibrazione immediatamente si interrompeva. L'esperimento era per dimostrarmi la questione pressione-rilascio, e la corda grossa è particolarmente tempestiva a trasmettere sia la pressione (anche leggerissima) sia il rilascio. Ma appunto senza azione all'altro capo della longhina, la capezza non "riceve" niente, è neutra. Che l'istruttrice ci sia o non ci sia, non lo si sente. Quindi a mio parere non si può parlare di contatto, equivale ad avere la capezza al prato.
Prova.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: alex - Marzo 17, 2019, 03:31:20 pm
Luna, a chi/a che post ti riferisci con il "No"?

Altro esperimento fisico (più obiettivo delle sensazioni): attaccate una redine all'estremità di una catena pesantuccia penzolante. Fate fare alla redine una bella "pancia", poi tiratela un po' in modo di diminuire la "pancia". Vedrete che la catena sente la differenza di tensione; la sua estremità si muoverà. Volendo, rifate con redini di diversa pesantezza.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Bubba - Marzo 17, 2019, 05:39:45 pm
Non ho trovato nessuno a cui chiedere per l'esperimento. Ma ho montato a redini lunghissime e ho cercato di capire cosa sentivo. È impossibile capire cosa stia facendo la testa del cavallo con le redini lunghissime. Suppongo che allo stesso modo lui non senta me.
Ma.. Quando l'ho lasciato brucare mi pareva di sentire la vibrazione (mini mini, tipo battito cardiaco toccando il polso). Forse perché il cavallo ha un morso stranissimo, mobile tipo cubo di rubric, e stava bruciando e masticando con enfasi. Se alzava la testa, sempre masticando, la vibrazione spariva. Quindi boh. Se si scuotono le redini arriva l'onda, suppongo. Ma dato che montando la mano resta ferma, si muove 5/10 cm per girare, senza dar scossoni, dubito arrivi tensione. A me non arrivava tensione, né mentre pascolava né mentre camminava. Solo qualcosa di strano durante il pascolo, credo le "onde" provocate dai movimenti della testa e dal masticare.
Ma roba minima, serrando le dita non si sentono

Altri esperimenti?
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Bubba - Marzo 17, 2019, 05:40:34 pm
Forse dovremmo capire cosa intendiamo con tensione  :dontknow:
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: alex - Marzo 17, 2019, 07:35:57 pm
serrando le dita non si sentono

Serrando le dita, addio leggerezza (quella vera, non la leggerezza di chi, come sembra sia la maggioranza dei cavalieri che "usano il contatto", normalmente esercitano sulle redini una tensione di un paio di chili.... )

I miei esperimenti con la "tenuta JDO" procedono poco, mi trovo molto, molto meglio con la tenuta con una mano sola; la redine destra la tengo con indice e pollice, la sinistra è infilata fra indice e medio, e poi la redine scende nella mano, in genere aperta (ma si sta un attimo a serrarla). La mano effettivamente può stare ferma. Ho difficoltà a muovere le spalle, quando serve tendo effettivamente a "usare i bicipiti" arregrando i gomiti; le mie spalle tendono a essere un po' bloccate.

Sulla tensione, per fortuna, non c'è da discutere. Può essere fortissima, forte, leggera o leggerissima, ma è sempre la stessa cosa: una forza applicata alla redine nel verso del cavaliere.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: nala - Marzo 18, 2019, 10:23:25 am
Serrando le dita, addio leggerezza (quella vera, non la leggerezza di chi, come sembra sia la maggioranza dei cavalieri che "usano il contatto", normalmente esercitano sulle redini una tensione di un paio di chili.... )

in realtà si dice che dovrebbero esserci due grammi per redine, due chili mi sembra davvero troppo.
Senza dischiudere o rilasciare dolcemente le dita ( non serrare) la comunicazione avverrebbe attraverso le braccia che inevitabilmente andranno a tirare verso il cavaliere per fermare, per girare, per fermarsi etc etc. Da qui poi si rischia di arretrare i gomiti ( soprattutto se le redine sono molto lunghe) e creare rigidità.
Dovrebbe essere come suonare un pianoforte, le mani dovrebbero muoversi solo orizzontalmente ( o al massimo verso l'alto o in discesa per alcune azioni)  ma mai verso il cavaliere quindi non capisco cosa intendi per " una forza applicata alla redine nel verso del cavaliere"
Il contatto può esserci anche a redini non particolarmente tese, più lasche, ma, almeno nella inglese, parliamo di un livello molto alto di equitazione, una finezza estrema e sublime tra cavaliere e cavallo

http://hiddentrails.com/europe/portugal/images/oliveira-37oli1.jpg

 




Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: alex - Marzo 18, 2019, 01:15:49 pm
Purtroppo non ho modo di rintracciare il link, dovrei cercarlo di nuovo; ma ricordo bene che la tensione delle redini nel contatto/appoggio (sempre tensione è, fisicamente non cambia nulla) è stata misurata dal vivo, basta un'attrezzatura minima, ed è risultata di un paio di chili. Ripeto l'invito di provare la forza di una tensione di redini "leggera" con un'attrezzatrura semplicissima: una piccola carrucola e un peso appoggiato su una bilancia da cucina.

A mano serrata, agendo con i polsi, il braccio o le spalle, sfido chiunque a esercitare una tensione di due grammi (che sono comunque un'esagerazione di leggerezza, poco più che una metafora), e soprattutto di "governare" una differenza di tensione di due grammi se la tensione di base è di due chili. Sono famtasie.
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: nala - Marzo 18, 2019, 02:58:49 pm
Ma in realtà il cavallo non dovrebbe pesare sulla mano ma portarsi. Cerca l'appoggio ma non dovrebbe andare a pesare ma rimanere leggero sulla mano.
Quando riesco a raccoglierlo ciò che sento io è davvero poco peso sulla mano perché lui non va a pesare. Mantiene una posizione dell’incollatura arrotondata, spinge con i posteriori e si porta ( quella è la sensazione di leggerezza). Nessuna tensione che si traduce in peso.
Ora, il detto parla di due grammi, onestamente non so se sono due grammi o 10, ma non due chili per mano. Almeno per mia esperienza. Ma sicuramente sono io a non capire il discorso, forse tu ti riferisci proprio ad altro e sono io a non seguirti 😊
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: Luna di Primavera - Marzo 18, 2019, 03:03:26 pm
Luna, a chi/a che post ti riferisci con il "No"?

Altro esperimento fisico (più obiettivo delle sensazioni): attaccate una redine all'estremità di una catena pesantuccia penzolante. Fate fare alla redine una bella "pancia", poi tiratela un po' in modo di diminuire la "pancia". Vedrete che la catena sente la differenza di tensione; la sua estremità si muoverà. Volendo, rifate con redini di diversa pesantezza.

a te alex che dici "quindi, secobdo me, può esserci "contatto" anche se le redini fanno "pancia. Tutto qui."
secondo me pigli un granchio, rispettosamente parlando eh, si fa per chiacchierare :icon_pidu:

qualcuno ha provato la capezza sulle braccia come io con la mia istruttrice?
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: segreto - Marzo 24, 2019, 10:12:47 am
Ma che senso ha chiedersi quanto pesa la mano: staim mica portando un secchio!
A mio modo di vedere il peso costante è un'assurdità.
Penso che sia meglio usare la mano con pressione variabile, passando dalla tonnellata quando "il bambino gioca con le forbici" (come diceva Bernardi), al peso del cuoio, quando si premia.
O sbaglio?

Segreto
Titolo: Re:Contatto e peso delle redini
Inserito da: raffaele de martinis - Marzo 24, 2019, 01:25:14 pm
https://www.youtube.com/watch?v=ULXzbOewnqc

Honestamente non ho seguito la discussion, ho dato na breve oculata e deduco che siete ancora ai dettati dei gambegambe nostrani o - nella miglio delle ipotesi - al copiaincolla dei classici.

JDO scompiglia sia i primi che i secondi, ovviamente il suo lallo si deve portar da se, ovviamente ci vole il contacto, ma il suo imperativo è: mai mani morte!

Non è detto che bisogna per forza adottare la "presa JDO" per aver la mano viva, guardate CMU nel sopra lincato video, le sue redini sono vive guizzanti e pur senza esser floscie, non son quasi mai tese sia con una che con due mana.

PS dato che ci siete, guardate pure come usa le gambe... ma a parte.