Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: il back e il rollback  (Letto 7601 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

piciopacio

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 746
  • Sdomo
il back e il rollback
« il: Settembre 21, 2012, 01:39:01 pm »

C'è qualcuno che sappia come si imposta il testa coda cioè il back nelle monta western ?
« Ultima modifica: Ottobre 01, 2012, 11:38:57 pm da DivinityOfDarkness »
Connesso

Nicola

  • Sposo stagionato
  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 756
Re:il back
« Risposta #1 il: Settembre 21, 2012, 02:32:07 pm »

Caro PP,

nel western per "back" si intendono i passi indietro.

Il testa-coda, in gergo western è definito rollback. Guarda il video al secondo 37-38 e dimmi se questa è la manovra

<a href="http://www.youtube.com/watch?v=1qGic7vj8Ik" target="_blank">http://www.youtube.com/watch?v=1qGic7vj8Ik</a>

Ora se è del rollback che vuoi discorrere, la domanda successiva è: cosa sa fare il cavallo che deve imparare il rollback?
Connesso
Tu sarai pure Bob Loomis ma io non sono nato ieri

Falsum saepe vero suavius est

Winter Mirage

  • Toni tucame!
  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 6482
  • We are all made of stars!
Re:il back
« Risposta #2 il: Settembre 21, 2012, 03:38:52 pm »

Ecco... butto lì la mia opinione da inglesista che non capisce un tubo di MW... ma trovo che il rollback insieme agli "scarti da torero" (scusate il lessico) che fa il cavallo che fronteggia il vitello siano tra i movimenti più armonici ed esplosivi.

Onestamente, se l'argomento è quello, a me interesserebbe molto capire come si insegna al cavallo il concetto di rollback... dubito che avrò presto occasione di beneficiare di questi consigli... ma la mia ignoranza in merito è apocalittica... e la cosa mi spiace.  :horse-embarrassed:
Connesso
Assiduus usus uni rei deditus et artem et ingenium saepe vincit

Nicola

  • Sposo stagionato
  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 756
Re:il back
« Risposta #3 il: Settembre 21, 2012, 03:50:16 pm »

Visto che i concetti di base che porteranno, con il tempo, all'esecuzione di un rollback corretto iniziano ad essere trasmessi al cavallo fin dai primi momenti dell'addestramento, è importante sapere se:

- il cavallo segue correttamente il suo naso, ovvero conosce e risponde alla redine d'apertura.

Il requisito di risposta alla redine interna di apertura, che generalmente è la prima cosa che si chiede ad un cavallo western (prima di ogni altra forma di controllo), serve a consentire al cavaliere di chiedere un cambio di direzione al cavallo, cambio di direzione che avviene nella direzione del muro/staccionata.

Il primo passo è questo.
Connesso
Tu sarai pure Bob Loomis ma io non sono nato ieri

Falsum saepe vero suavius est

piciopacio

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 746
  • Sdomo
Re:il back
« Risposta #4 il: Settembre 21, 2012, 04:39:27 pm »

Scusate la mia impreparazione anche lessicale sull'argomento, in effetti il tête à queue-il testa coda era un esercizio dell'equitazione militare, in pratica una mezza piroetta fatta al galoppo, andata e ritorno senza soluzione di continuità, può essere preparatorio alla piroetta completa.

Il movimento è quello ma - da quanto vedo - il rollback è fatto in due tempi...è altra cosa.
Connesso

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1994
Re:il back
« Risposta #5 il: Settembre 21, 2012, 04:54:34 pm »

forse PP intendeva la "passata", la "passade": passare e ripassare sulla stessa linea con mezze piroette agli estremi

una corretta piroetta completa esige sia effettuata in non meno di sei (se non ricordo male) battute, vuole dire che mezza piroetta deve durare almeno tre battute, se ne dura meno (per dire se il cavallo zompa direttamente da una direzione all'altra) per l'equitazione classica è scorretto, vuole dire che il cavallo affretta, è sulle spalle, corre....

probabilmente invece per la monta da lavoro vale il contrario: più zompa lesto e meglio è...
Connesso
Quel pochissimo che sapete vi impedisce di capire quel moltissimo che non conoscete.

Nicola

  • Sposo stagionato
  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 756
Re:il back
« Risposta #6 il: Settembre 22, 2012, 09:05:40 am »

Il movimento è quello ma - da quanto vedo - il rollback è fatto in due tempi...è altra cosa.

Più che in due tempi, in rollback è una manovra successiva allo stop. Di forme più o meno ruimentali della stessa "girata" se ne incontrano in tutte le monte da lavoro, a partire dalla vaquera.

Se permettete proseguo.

Abbiamo ottenuto un cavallo che cede alla pressione della redine interna di apertura e che, a modesta velocità, su effetto di questa pressione, cambia direzione, e lo fa nella direzione del muro.

Questo presupposto è utile anche per insegnare lo stop, ma ne parleremo altrove.

Nella prima fase non è affatto importante che il cavallo carichi il posteriore ed incroci con gli anteriori, perchè non abbiamo ancora insegnato al cavallo a cedere alla pressione di entrabe le redini dirette (e quindi non gli abbiamo insegnato i passi indietro) nè abbiamo iniziato a fare esercizi sull'effetto della redine d'appoggio nè disponiamo di controllo effettivo sulle spalle del cavallo.

Passo due: trasmettiamo al cavallo i rudimenti dello stop (ottenuto con la voce) e del back, per effetto di redini dirette. A questo punto possiamo aggiungere un particolare alla nostra girata verso il muro: la chiederemo dopo aver richiesto qualche passo indietro, appena il necessario per aver percepito che il cavallo alleggerisca un poco le spalle.

Passo tre: trasmettiamo al cavallo i rudimenti della redine d'appoggio e i primi esercizi propedeutici allo spin.

Va precisato che la logica dell'equitazione western parte al concetto che il cavallo deve allontanarsi dalla pressione, sia essa esercitata dall'azione delle mani, delle gambe, la redine sul collo, l'assetto.

Avendo il cavallo cognizione di cosa sia la redine d'appoggio ed avendo iniziato a muovere le spalle su richiesta, il passo tre dovrebbe consistere nella richiesta di girata verso il muro effettuata dopo alcuni passi indietro, e valendosi degli aiuti laterali esterni, ovvero redine d'appoggio e gamba esterna, a richiedere un sempre più spiccato spostamento del peso verso il treno posteriore, ed una sempre più rapida e precisa azione delle spalle.

   
« Ultima modifica: Settembre 22, 2012, 09:12:55 am da Nicola »
Connesso
Tu sarai pure Bob Loomis ma io non sono nato ieri

Falsum saepe vero suavius est

piciopacio

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 746
  • Sdomo
Re:il back
« Risposta #7 il: Settembre 22, 2012, 10:43:14 am »

Va precisato che la logica dell'equitazione western parte al concetto che il cavallo deve allontanarsi dalla pressione, sia essa esercitata dall'azione delle mani, delle gambe, la redine sul collo, l'assetto.

Questa è la logica della buona equitazione, i vecchi maestri la chiamavano: discesa di mano e discesa di gambe, cambia il nome ma nella sostanza siamo là.
Connesso

Nicola

  • Sposo stagionato
  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 756
Re:il back
« Risposta #8 il: Settembre 22, 2012, 11:14:50 am »

trasmettiamo al cavallo i rudimenti dello stop (ottenuto con la voce) e del back, per effetto di redini dirette.

(Oggi sono fermo a casa, e non potendo aiutare gli operai, che mi stanno realizzando una meravigliosa opera di ingegneria naturalistica, mi dedico alla scrittura)

Riprendo un concetto a me molto caro: lo stop insegnato, almeno in fase iniziale, solo come risposta ad un "aiuto di voce", l'arcinoto whoa.

Lo stop è una manovra davvero impegnativa per il cavallo, soprattutto se eseguita ad una certa velocità. Per questo il cavallo, nell'eseguirlo, dovrà essere meno disturbato possibile, e dovrà, in un certo senso, voler stoppare .

Il fatto di non associare una pressione "fisica" a questo esercizio, peraltro, ci aiuta, da cavalieri, a concentrarci su un assetto meno disturbante possibile.

La pressione di redini dirette arriverà, più tardi, per migliorare la profondità, l'uso della schiena e del collo, e come "back up play", ma solo dopo che il cavallo è ben confermato in uno stop ottenuto solo con la voce.

Nota a margine: essendo la mia cavalla sferrata, non mi sogno nemmeno lontanamente di chiedere una fermata ad un'andatura anche solo minimamente veloce.
Connesso
Tu sarai pure Bob Loomis ma io non sono nato ieri

Falsum saepe vero suavius est

DivinityOfDarkness

  • Horse Addicted
  • Admin
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 3553
  • ^_^
Re:il back
« Risposta #9 il: Settembre 22, 2012, 02:53:08 pm »

Scusate la mia impreparazione anche lessicale sull'argomento, in effetti il tête à queue-il testa coda era un esercizio dell'equitazione militare, in pratica una mezza piroetta fatta al galoppo, andata e ritorno senza soluzione di continuità, può essere preparatorio alla piroetta completa.

Il movimento è quello ma - da quanto vedo - il rollback è fatto in due tempi...è altra cosa.

Se non erro, tu parli di unmovimento in cui il cavallo carica il posteriore e si gira di 180gradi con gli anterori raccolti e più o meno sollevati da terra.
Il rollback da molti è eseguito proprio così, con cavalo che si siede e si gira di 180 gradi. Altri lo eseguono come mezzo spin, ossia seduti, ma con gli anteriori che incrociano e fanno svoltare il cavallo.
Altri adottano ua via di mezzo, ossia 90° o più fatti con ateriori sospesi e il resto con gli anteriori a contatto col suolo che danno direzione e propulsione.
In ogni caso è necessario che il cavallo sia ben seduto, i modo da aere le spale leggere e poterle girare agevolmente. Inoltre, la posizioe 'seduta' garantisce un ottimo spunto energico per terminare il movimento e riprendere il galoppo nella direzione opposta.
Connesso
Dove ci sono i cavalli... c'è la cacca.