Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: Da Zibaldone, una cosa che va bene anche per l'equitazione ... quando è arte  (Letto 1448 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8407

In questi  giorni, su wikisource, sto faticando attorno a Zibaldone di Leopardi. Rileggendo il pesantissimo testo, trovo questo, e ho pensato subito a quanto bene si applica all'alta, altissima equitazione.

Citazione
*   Grazia dal contrasto. Conte Baldessar Castiglione, Il Libro del Cortegiano. lib. I, Milano, dalla Società tipografica de’ Classici italiani, 1803. vol. I, p. 43-4. «Ma avendo io già piú volte pensato meco, onde nasca questa grazia, lasciando quegli che dalle stelle l’hanno, trovo una regola universalissima; la qual mi par valer circa questo in tutte le cose umane, che si facciano, o dicano, piú che alcuna altra; e ciò è fuggir quanto piú si può, e come un asperissimo e pericoloso scoglio la affettazione; e, per dir forse una nuova parola, usar in ogni cosa una certa sprezzatura, che nasconda l’arte, e dimostri, ciò che si fa, e dice, venir fatto senza fatica, e quasi senza pensarvi. Da questo credo io che derivi assai la grazia: perché delle cose rare, e ben fatte ognun sa (pag. 44. dell’ediz). la difficultà, onde in esse la facilità genera grandissima maraviglia; e per lo contrario, lo sforzare, e, come si dice, tirar per i capegli, dà somma disgrazia, e fa estimar poco ogni cosa, per grande ch’ella si sia» (Roma 14 marzo. 1823. secondo Venerdí di Marzo).
Connesso
Il cavallo è così intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.

raffaele de martinis

  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 5322
  • Orgogliosamente cavallaro.
Re:Da Zibaldone, una cosa che va bene anche per l'equitazione ... quando è arte
« Risposta #1 il: Novembre 18, 2012, 01:53:57 am »

Dato che voliamo alto, ecco la mia traduzione di una lirica di Claude Nougaro, la scoprii per il verso citato da Karl nel suo libro: - [i]Una certa Idea di Dressage[/i]: - La danse est une cage où l'on apprend l'oiseau e della sua incomprensibile traduzione itagliana: -
La danza è quella gabbia dove si apprende l'uccello..

Karl, con questa citazione faceva riferimento alla equitazione, alla Bella Equitazione così vicina alla danza, al balletto classico.


Con le nostre fragili ossa noi, micette e sorcine
Andiamo alla scuola di danza,
Alla sbarra di quercia si piegano come giunchi
I nostri corpi che voglion la cadenza
La danza è una gabbia dove impariamo ad essere uccelli.
Andiamo alla scuola di danza.

Davanti al grande specchio come goffe paperette
Noi godiamo la suprema  felicità
Di vedere i nosti tutù riflettersi nelle acque
Del lago nero dove muore La Morte del Cigno
La danza è una stella, che è in alto, che è  lontana
Dritte sulle punte la salutiamo

In un angolo della sala, il pianoforte sposa
Virtuosimo alle prodezze russe
E la terra fa del suo meglio per volare da
Sotto i nostri piedi ebbri di salti di pulce
La danza è una bestia, si nutre di sudore
L’ambizione, e il suo chiodo fisso

Allora, noi tutte le braccia al cuore,
Il corpo dritto come una lama
Ci tendiamo verso il supremo
Verso la fine di un cielo libero dal sole
Dalla notte e dai loro teoremi
La danza è uno spazio dove i cerchi son quadrati
Dove il tempo, oh miracolo, ci conserva
 

Su ritmi d’Astaire, di tamburi brasiliani
Lei danza, la Danza, lei balla
Passo dopo passo, salto dopo salto
taglia le funi al nostro peso che vuole trascendenza.


« Ultima modifica: Novembre 18, 2012, 01:58:09 am da raffaele de martinis »
Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8407
Re:Da Zibaldone, una cosa che va bene anche per l'equitazione ... quando è arte
« Risposta #2 il: Novembre 18, 2012, 09:36:17 am »

Adesso, tanto per volare un po' più basso, dichiaro cos'avevo letto nella orrenda traduzione citata da Raffaele:

La danza è quella gabbia dove si appende l'uccello.

 :icon_eek:
Connesso
Il cavallo è così intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.