Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: passo spagnolo  (Letto 8046 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

raffaele de martinis

  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 5211
  • Orgogliosamente cavallaro.
Re:passo spagnolo
« Risposta #15 il: Dicembre 11, 2012, 01:28:00 pm »

E' ovvio che un lallo dalla spalla ben inclinata faccia un bel passo spagnolo, inoltre il passo spagnuolo può essere un'ottima base dalla quale sviluppare lo spasseggio, il passage (esperienza diretta).

Quanto alla presunta innaturalità delle andature di fantasia ci sarebbe molto da dire, Baucher ne inventò "48" nuove.
Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud

lavy91

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 886
    • Il Baule Nella Scuderia
Re:passo spagnolo
« Risposta #16 il: Dicembre 11, 2012, 01:41:56 pm »

Beh in parte il passo spagnolo (la jambette più che altro) a me ricorda la rampata.
Poi beh che c'entra noi gli esercizi che facciamo in palestra mica li facciamo anche "in natura" durante la giornata!
Connesso
La leggerezza non è il punto di partenza, ma il punto di arrivo. -cit.

Melis

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 730
  • Sdomo
    • Melis Yalvac Equine Photography
Re:passo spagnolo
« Risposta #17 il: Dicembre 11, 2012, 03:26:21 pm »

E' ovvio che un lallo dalla spalla ben inclinata faccia un bel passo spagnolo, inoltre il passo spagnuolo può essere un'ottima base dalla quale sviluppare lo spasseggio, il passage (esperienza diretta).

Non cadere anche tu nell'errore che il passo spagnolo sia la base del passage. Spesso (magari su qualche cavallo può essere utile, ma dubito fortemente) i cavalli che imparano il passage dal passo spagnolo nel passage stesso alzano molto davanti e cadono sulle spalle però, perchè non usano la schiena e poco i posteriori.
Connesso
Melis Yalvac Equine Photography - www.melisyalvac.com

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1919
Re:passo spagnolo
« Risposta #18 il: Dicembre 11, 2012, 04:26:37 pm »

appunto...

un "dolce passage" lo offre spontaneamente il cavallo quando "si fonde" il lavoro di rettitudine con le transizioni, il passo spagnolo non è che la ciliegina sulla torta per fare meglio con quei cavalli che ne hanno bisogno, se il cavallo è di qualità il passage è già buono senza bisogno di passo spagnolo*

invece insegnare il passeggio prima del dovuto, peggio se slegato dal lavoro sulle transizioni, contando sul passo spagnolo "come trucco" viene fuori un movimento scorretto, tanto più penoso quanto si è trascurato il resto del lavoro, i posteriori dietro di solito "camminano" mentre davanti trotta sbracciando

*oltretutto, se ci si accorge che il passage nasce spontaneo come risultato di un buon lavoro, è meglio non indugiarci troppo prima di aver confermato il piaffer: se il cavallo impara a raccorciare il trotto facendo sempre solo il passage, dopo diventa un casino convincerlo a fare lo sforzo di abbassare le anche, se invece lo vive come un premio uscendo dal piaffer problemi non ce ne sono, certo anche il piaffer deve essere corretto
Connesso
Quel pochissimo che sapete vi impedisce di capire quel moltissimo che non conoscete.

PokerFace

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 2517
  • Sdomo
Re:passo spagnolo
« Risposta #19 il: Dicembre 11, 2012, 05:59:55 pm »

per me il passo spagnolo non centra con l'alta scuola e ovviamente non centra col dressage.
nemmeno serve ad insegnare o migliorare il passage.
serve invece, secondo me, se si vuole mettere un trotto medio "bello" a cavalli con movimenti cosi cosi.
passo spagnolo e ovviamente trotto spagnolo.
io personalmente non l'ho mai fatto e non mi interessa farlo.
per me il cavallo si deve tenere le andature che ha, senza modifiche artificiali.
mi basta che ampli il movimento senza affrettarlo e per me è già un medio soddisfacente.
uno ha la spalla che ha. va rispettato per quello che è.
tanto nessuno di noi deve fare le olimpiadi che ha bisogno le movenze di Totilas.
io vado a zonzo e salticchio, sono felice così. e secondo me pure il mio cavallo.
anche perchè ho l'impressione che il passo spagnolo se non fatto benissimissimo (soprattutto all'inizio, quando è solo jambette) inselli parecchio la schiena, la blocchi.
poi se uno impara a farlo bene evidentemente fa l'effetto contrario, ma se mi mettessi a cercare di impararlo ho la vaga impressione che passerei per forza da un periodo in cui questo esercizio sarebbe deleterio per la schiena del mio cavallo e dunque... meglio che non ci provo.
Connesso

Melis

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 730
  • Sdomo
    • Melis Yalvac Equine Photography
Re:passo spagnolo
« Risposta #20 il: Dicembre 11, 2012, 06:10:19 pm »

Poker, non è mai Jambette, è sempre passo. Si parte dal passo e si alza man mano la spalla.
Connesso
Melis Yalvac Equine Photography - www.melisyalvac.com

raffaele de martinis

  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 5211
  • Orgogliosamente cavallaro.
Re:passo spagnolo
« Risposta #21 il: Dicembre 11, 2012, 08:57:36 pm »

E' ovvio che un lallo dalla spalla ben inclinata faccia un bel passo spagnolo, inoltre il passo spagnuolo può essere un'ottima base dalla quale sviluppare lo spasseggio, il passage (esperienza diretta).

Non cadere anche tu nell'errore che il passo spagnolo sia la base del passage. Spesso (magari su qualche cavallo può essere utile, ma dubito fortemente) i cavalli che imparano il passage dal passo spagnolo nel passage stesso alzano molto davanti e cadono sulle spalle però, perchè non usano la schiena e poco i posteriori.

E' vero al'inizio, poi si aggiustano facilmente, chiedere referenze a Cimarosa.
Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud

Melis

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 730
  • Sdomo
    • Melis Yalvac Equine Photography
Re:passo spagnolo
« Risposta #22 il: Dicembre 11, 2012, 11:42:06 pm »

Ma perchè non fare un lavoro fatto bene dall'inizio, a cominciare dalla mobilità della schiena e della forza dei posteriori? (mi chiedo).
Connesso
Melis Yalvac Equine Photography - www.melisyalvac.com

raffaele de martinis

  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 5211
  • Orgogliosamente cavallaro.
Re:passo spagnolo
« Risposta #23 il: Dicembre 12, 2012, 01:04:58 am »

Quello che ti chiedi: ça va sans dire.

Ma la passegiata - ottenuta dal passo spagnuolo - acquista una incredibile spinta in avanti e in alto, ora il lallo l'ha in parte persa causa piedi scalzi.

Ciò nonostante - ora che è ferrato - ha recuperato abbastanza: fa un passeggio più che dignitoso.

Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud