Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Attenzione - sezione Dizionario

A tutti gli utenti, ATTENZIONE:

Siete invitati a inserire nuovi termini seguendo queste linee guida:
- aprite UN TOPIC per CIASCUN termine da definire
- apritelo nella sezione relativa alla LETTERA iniziale corretta
- NON modificate l'icona del topic:: lo staff, una volta che avrà inserito il termine nell'indice, modificherà l'icona utilizando la FOGLIA, come per dire 'fatto!'


GRAZIE!!

___

Autore Topic: Cozzone/scozzone  (Letto 764 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

raffaele de martinis

  • Moderator
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 5213
  • Orgogliosamente cavallaro.
Cozzone/scozzone
« il: Dicembre 08, 2013, 02:15:52 am »

 :icon_eek:
« Ultima modifica: Dicembre 14, 2013, 05:05:14 pm da planetadmin »
Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud

raffaele de martinis

  • Moderator
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 5213
  • Orgogliosamente cavallaro.
Re:Cozzone/scozzone
« Risposta #1 il: Luglio 14, 2018, 10:27:22 am »

SCOZZONE.
S. m. Term. de' Cavallerizzi. Nome che si dà a coloro, i quali cominciano a cavalcare un cavallo non ancora avvezzo al freno, per domarlo. (M.) Rammenta il gr. Σκαρίζω, Saltellare. V. anche CARIBO. – Ora, Domatore di cavalli, e Domare i cavalli.

da cui:

SCOZZONARE.
V. a. Domare e Ammaestrare i cavalli, e l'altre bestie da cavalcare. (C) T. Potrebbesi derivare da Cozzo; abituare la bestia che non cozzi, che pieghi a dovere il capo e le membra. Ma forse più direttamente da Cozzone, che, coll'unire insieme più d'una bestia, le fa meglio servire; o che accozza insieme chi vuole comprarne e venderne. Sempre da Caput. Incmar. a Carl. il Calv. Non solum homines caballarii, sed etiam cocciones rapinas faciunt. Lat. migliore Arulator; non Croxeneta: il Domatore è altro. Cozzone altri non ben derivano da Cunctari, Chi tira il contratto: men male quasi sarebbe da Percontari, Cercar di comprare e rivendere con vantaggio. Altri da Cavezza, quasi Cavezzone; immag. di Soggiogare.
2. Trasl. Varch. Ercol. 57. (C) Dicesi ancora, con vocabolo cavato da' cozzoni de' cavalli, scozzonare, e con voce più gentile, e usata da' compositori nobili, scaltrire, onde viene scaltro e scaltrito, cioè accorto e sagace. T. Oggi men com. Scaltrire che Scozzonare; ma questo è fam. = Lasc. Rim. 2. 265. (M.) Questo tuo barbaresco Bisogno ha della briglia e degli sproni, Ovver che l'accademia lo scozzoni. T. Fag. Pros. 178. Quivi (allo spedale) gli tocca (al povero) colla sua misera pelle a scozzonar l'imperizia de' medici principianti, ed a far l'esperienza colle sue vene e colle sue misere carni, dell'affilato taglio de' ferri maneggiati la prima volta dall'inesperta timida mano di un chirurgo novizio.
[G.M.] Fu il parroco che mi scozzonò un po' nel latino, quand'ero ragazzo.
Scozzonar poledri, fig., Ammaestrare persone rozze e ignoranti della cosa di cui si parla. Dat. Obl. ben parlar propr. ling. in Reg. e Osserv. int. ling. tos. 12. (Gh.) Non si protestò egli (Cicerone) nel 3° dell'Oratore di non voler pigliare a scozzonar poledri, mandandoli per ciò fare alle scuole de' Grammatici?
Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud