Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Attenzione - sezione Dizionario

A tutti gli utenti, ATTENZIONE:

Siete invitati a inserire nuovi termini seguendo queste linee guida:
- aprite UN TOPIC per CIASCUN termine da definire
- apritelo nella sezione relativa alla LETTERA iniziale corretta
- NON modificate l'icona del topic:: lo staff, una volta che avrà inserito il termine nell'indice, modificherà l'icona utilizando la FOGLIA, come per dire 'fatto!'


GRAZIE!!

___

Autore Topic: Bardella (cavalcatori di...)  (Letto 2300 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

raffaele de martinis

  • Moderator
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 5956
Bardella (cavalcatori di...)
« il: Dicembre 08, 2013, 02:20:19 am »

 :icon_eek:
« Ultima modifica: Dicembre 14, 2013, 02:00:35 am da DivinityOfDarkness »
Connesso
modestamente: [email protected]

raffaele de martinis

  • Moderator
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 5956
Re:Bardella (cavalcatori di...)
« Risposta #1 il: Dicembre 17, 2013, 12:50:58 am »

Era, in passato, equivalente di scozzonatore, gli antichi cavallerizzi non domavano o scozzonavano i loro lalli, attività plebea per loro.

De La Gueriniere, ne parla con rimpianto, in quanto la loro professionalità si stava perdendo ed era difficile, già ai suoi tempi, trovarne di quelli bravi.  :icon_eek:

Fino a prova contraria.
Connesso
modestamente: [email protected]

raffaele de martinis

  • Moderator
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 5956
Re:Bardella (cavalcatori di...)
« Risposta #2 il: Gennaio 05, 2014, 12:22:54 pm »

Mi è sorto un dubbio: dato che i cozzoni esistevano prima di La Gueriniere e esistono a tutt'oggi, vuoi vedere che la figura del "cavalcatore di bardella" era quella dell'ammansitore ?

Personaggi che già ai tempi del Nostro andavano scomparendo ?

Infatti dice: ...accostumavano  questi polledri a soffrire ad esser avvicinati in istalla ed a lasciarsi alzare i 4 piedi, toccare con la mano, soffrire la briglia, la sella, la groppiera, le cinghie ecc. Eglino li acquietavino, e li rendevano facili a montarsi.

Giammai impiegavano il rigore e la forza, se prima provato non avessero le maniere più dolci, del cui effetto potessero lusingarsi, e con questa ingegnosa pazienza eglino rendevano un puledro famigliare ed amico dell'uomo, gli conservavano il vigore ed il coraggio, e lo rendevano docile ed obbediente alle prime regole.
Se ora si imitassero la condotta di questi antichi amatori, si vedrebbero meno cavalli ruinati, storpiati, ritrosi, ostinati e vitiosi.


Parrebbe che sia proprio così, inoltre, questo è un'altro tassello che conferma che la Bella Equitazione deve essere Buona, almeno nelle mani dei Grandi.

Le parole del Nostro sembrano uscite dalla penna di uno di quei guru attuali che si scagliano contro i sistemi antichi, classici...cosa c'è di più classico di De La Guerriniere ?  :icon_eek:
« Ultima modifica: Gennaio 05, 2014, 12:25:15 pm da raffaele de martinis »
Connesso
modestamente: [email protected]

Agnesezietto

  • Newbie
  • Offline Offline
  • Post: 1
  • Sdomo
Re:Bardella (cavalcatori di...)
« Risposta #3 il: Maggio 14, 2020, 10:39:08 am »

La bardella è la sella dei butteri è usata principalmente in lazio
Connesso