Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: Un ricordo  (Letto 569 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

rhox

  • Conoscenza equestre a 360 gradi
  • Global Moderator
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 2708
  • la sferrata più ferrata che c'è
Un ricordo
« il: Maggio 23, 2012, 12:56:20 pm »

cavolo, sono passati 20 anni, io avevo 7 anni all'epoca eppure mi ricordo benissimo le immagini della strage di capaci e quella poi di paolo borsellino..

se n'è parlato tanto, spesso in modo superficiale e senza vedere il lato umano della situazione. due uomini che si sono messi da parte come individui allo scopo di servire il proprio paese nella lotta contro quei cancri che sono chiamati organizzazioni criminali.

oggi, come molti altri giorni, il mio pensiero va a falcone e borsellino, assieme a tutte le persone presenti, passate e future che si impegnano per restituirci un pease migliore, libero dalle mafie!

Grazie!
Connesso
Il miglior modo per rispettare il cavallo è rispettare te stesso

Mollyladyruffian

  • Sr. Member
  • ***
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 426
  • Frisone spernacchione
Re:Un ricordo
« Risposta #1 il: Maggio 23, 2012, 01:51:51 pm »

Anche io ero molto piccola, ricordo qualche immagine del tg ma solo crescendo poi ho iniziato a realizzare l'accaduto.
Connesso

silvia

  • Sposa Novella
  • Full Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 187
  • Sdomo
Re:Un ricordo
« Risposta #2 il: Maggio 23, 2012, 03:34:18 pm »

io non ero piccola.

ricordo bene il senso di incredulità e di impotenza che pervadeva tutti noi in famiglia e tra gli amici.

Eravamo sbigottiti, come se l'onda d'urto dell'esplosione fosse arrivata fino a noi.
Connesso

Ungarina

  • Neo MAMMA 2013!!
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 718
Re:Un ricordo
« Risposta #3 il: Maggio 23, 2012, 03:51:48 pm »

Per noi siciliani con la voglia di cambiare è sicuramente importante sapere che ci sono state e ci saranno persone che sperano e lottano per una Sicilia in primis, ma anche Italia, libera.
 
Mi permetto di aggiungere due riflessioni personali.

Odio tutti i film di mafia, tutte le fiction che parlano di mafia vista dal loro punto di vista, non fanno altro che accrescere la stupidaggine di chi li vuole imitare, e quasi rendere umani questi mostri. Tra l'altro spesso mostrando eresie. Mi piacciono invece i film come quelli di ieri, quelli in cui si vede il punto di vista reale, persone che hanno lottato per i cittadini e persone che sono state tradite da amici. Infiltrazioni di mafia anche nello stato.

La loro morte però, non fa altro per quanto mi riguarda, che accrescere il senso di impotenza. Sono certa, e negli anni ho avuto modo di constatarlo, che chi non vive qua non può capirci, non può capire perchè abbiamo paura, perchè siamo diffidenti, perchè ci lasciamo scivolare le cose addosso facendo finta che nulla sia successo. Per quanto qualcuno possa provare a calarsi nei nostri panni è difficile che ci riesca. Stato, Regione, Comune, forze armate, negli anni non hanno difeso chi chiedeva aiuto e si sono lasciati corrompere a dovere, da lì nasce l'omertà e tutto quello che ne segue. Sai di non poter fidarti nemmeno del carabiniere che dovrebbe tutelarti, e non è bello.
Anche se, nonostante questo, a 20 anni di distanza, si sono fatti passi da gigante, i giovani a differenza degli anziani sono stanchi, sono più colti, sanno quali sono i loro diritti e li pretendono, non si vogliono piegare e vogliono vivere da cittadini liberi. Vedremo, siamo ancora lontani, ma io ci credo, ci voglio credere!
Connesso
..tutto il resto è noia!

Annì

  • Full Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 116
  • Ut venit sic narratur - Comu finisci si cunta
Re:Un ricordo
« Risposta #4 il: Maggio 23, 2012, 05:10:53 pm »

Per noi siciliani con la voglia di cambiare è sicuramente importante sapere che ci sono state e ci saranno persone che sperano e lottano per una Sicilia in primis, ma anche Italia, libera.
 
Mi permetto di aggiungere due riflessioni personali.

Odio tutti i film di mafia, tutte le fiction che parlano di mafia vista dal loro punto di vista, non fanno altro che accrescere la stupidaggine di chi li vuole imitare, e quasi rendere umani questi mostri. Tra l'altro spesso mostrando eresie. Mi piacciono invece i film come quelli di ieri, quelli in cui si vede il punto di vista reale, persone che hanno lottato per i cittadini e persone che sono state tradite da amici. Infiltrazioni di mafia anche nello stato.

La loro morte però, non fa altro per quanto mi riguarda, che accrescere il senso di impotenza. Sono certa, e negli anni ho avuto modo di constatarlo, che chi non vive qua non può capirci, non può capire perchè abbiamo paura, perchè siamo diffidenti, perchè ci lasciamo scivolare le cose addosso facendo finta che nulla sia successo. Per quanto qualcuno possa provare a calarsi nei nostri panni è difficile che ci riesca. Stato, Regione, Comune, forze armate, negli anni non hanno difeso chi chiedeva aiuto e si sono lasciati corrompere a dovere, da lì nasce l'omertà e tutto quello che ne segue. Sai di non poter fidarti nemmeno del carabiniere che dovrebbe tutelarti, e non è bello.
Anche se, nonostante questo, a 20 anni di distanza, si sono fatti passi da gigante, i giovani a differenza degli anziani sono stanchi, sono più colti, sanno quali sono i loro diritti e li pretendono, non si vogliono piegare e vogliono vivere da cittadini liberi. Vedremo, siamo ancora lontani, ma io ci credo, ci voglio credere!

Sì be', penso sia chiaro da tempo il motivo dell'attentato.
Siamo lontani ma piano piano ci stiamo sbloccando. Io di cambiamenti ne ho visti, si fa fatica eh, però ci si prova. Soprattutto grazie ai mezzi di comunicazione che, mai come oggi, vengono usati per parlare di aspetti che prima, per poco interesse, per negligenza o per convenienza, venivano trascurati.
Connesso