Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: De Bussigny  (Letto 743 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Online Online
  • Post: 7667
De Bussigny
« il: Marzo 10, 2015, 04:18:57 pm »

De Bussigny,  francese, grande ammiratore di Baucher e Fillis, č stato un appassionato di alta scuola, con esperienza di cavalleria militare,  "del secondo tipo" ossia:  ha combattuto a cavallo (il che, per me, fa una grande differenza rispetto a quelli che non hanno combattuto).  Del suo libro, Equitation, che ho inserito su en.wikisource ma senza leggerlo a fondo (altri hanno completato la trascrizione), voglio citare questo passo molto interessante, che costituisce l'unico motivo per cui rimpiango di non montare molto ma molto meglio di come so fare.

I have, I have said, always been criticized for not buying good and sound animals for myself, as other masters do. But to educate such an animal teaches the rider nothing. It is too easy. The master does not prove his own ability nor the practical usefulness of his art by training horses already made nearly perfect by nature. The test of his science and his utility lies in his ability to correct the natural defects of an ordinary animal and make it useful.

Traduco rapidamente.

Ho giā detto che sono sempre stato criticato per non essermi comprato cavalli buoni e dritti, come fanno altri maestri. Ma istruire animali di questo tipo non insegna nulla al cavaliere. E' troppo facile. . Il maestro non prova la sua abilitā nč l'utilitā pratica del suo metodo addestrando cavalli giā quasi perfetti per natura. La prova delle sue conoscenze e della loro utilitā sta nella sua capacitā di correggere i difetti naturali di un cavallo qualunque e di renderlo utile.

Grandioso IMHO.  :horse-smile:
« Ultima modifica: Marzo 10, 2015, 04:20:57 pm da alex »
Connesso
Il cavallo č cosė intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.