Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: Il cavallo deve farsi spingere?  (Letto 2941 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 7485
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #30 il: Aprile 07, 2016, 11:27:10 am »

Per pura curiosità: cosa intendete con "lavorare con la schiena"? Secondo JDO l'espressione è insensata, anche se molto comune. Concordo; mi sembra una delle tante "allegorie", ma mi pare curioso che si cerchi di smentire una "allegoria" attraverso un'altra "allegoria". Quindi, o si prende tutto per allegoria e si accettano le allegorie senza sottilizzare troppo, o si analizzano i meccanismi e i fatti e l'azione dei vari muscoli; tanto per capire, eh, per la pratica conta il risultato e fine.
« Ultima modifica: Aprile 07, 2016, 11:29:05 am da alex »
Connesso
"Il cavallo arriva ancora agitato e fradicio di sudore per la sua corsa furibonda. Toglietegli la briglia.", disse Rousselet.

PokerFace

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1975
  • Sdomo
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #31 il: Aprile 07, 2016, 01:31:43 pm »

eh? io non ho scritto lavorare con la schiena. a parte che se anche fosse non cu vedrei niente di male e non mi strapperei i capelli se qualcuno dice che la cosa non è possibile.
io sono uno molto pratico. quando domo i puledri e salgo per le prime volte sento la loro schiena alta, spingono contro la sella, fanno come un riccio.... finchè non rilassano la schiena vuol dire che non sono domati. quando rilassano la schiena e smettono di contrarla si puo iniziare a lavorare.
questo è un dato oggettivo, succede questo. non mi interessa quello che pensano gli altri. io questo lo affronto tutti i giorni con le dome.
e anche i cavalli domati funchè non smollano la schiena fanno schifo sono contratti, imbarcati. non possono usare il proprio corpo, la propria forza. perdono in agilitá potenza e elasticità. per me che gli altri siano daccordo è irrilevante.  per te è una allegoria? problema tuo. per me è roba che tocco con mano ogni giorno..
Connesso

Ina:)

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 1426
  • Non c'è vittoria senza sacrificio
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #32 il: Aprile 07, 2016, 02:02:36 pm »

Sulla schiena ci sono dei muscoli, posso essere sviluppati attraverso la contrazione (in questo caso penso che i muscolo si contraggano quando il cavallo é riunito) e la distensione rotonda
Non mi addentro troppo nel discorso perché tecnicamente non saprei spiegare molto bene temo, visto che quello che so é perché lo percepisco mentre sono in sella

Vorrei postare un immagine ma sono con il telefono quindi non riesco
Connesso
Perchè vado a cavallo?
Perchè, quando guardo il mio cavallo, vedo le mie speranze e i miei sogni. Vedo la mia felicità, il mio successo, il mio orgoglio e la mia anima. Guardo in uno specchio e vedo una persona.
Quando guardo il mio cavallo, io vedo me stessa.

PokerFace

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1975
  • Sdomo
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #33 il: Aprile 07, 2016, 02:48:10 pm »

no ina non è proprio così.
sono gli addominali (o, nel caso, i lardominali) che si contraggono quando il cavallo lavora bene e alza la schiena.
i muscoli superiori (quelli intorno alla colonna) in teoria non si contraggono ma si rilassano, allungano con la distensione.
un cavallo che ha i muscoli superiori contratti e, dunque, che lavorano, è imbarcato.
poi va beh questo per quanto riguarda il dorso... la groppa (che fa anche lei parte della schiena, a voler vedere) è un pò diverso.
Connesso

Ina:)

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 1426
  • Non c'è vittoria senza sacrificio
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #34 il: Aprile 07, 2016, 02:52:17 pm »

Ah ecco👍
Appunto purtroppo sono carente per quanto riguarda la teoria😂
Però sentendo la schiena alzarsi presumevo si contraesse (?) in qualche modo, grazie per la precisazione☺☺
Connesso
Perchè vado a cavallo?
Perchè, quando guardo il mio cavallo, vedo le mie speranze e i miei sogni. Vedo la mia felicità, il mio successo, il mio orgoglio e la mia anima. Guardo in uno specchio e vedo una persona.
Quando guardo il mio cavallo, io vedo me stessa.

PokerFace

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1975
  • Sdomo
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #35 il: Aprile 07, 2016, 03:03:10 pm »

mettiti seduta. contrai forte forte gli addominali. vedi che alzi la schiena automaticamente... ti incurvi diciamo.
 :horse-cool:
Connesso

bionda

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 2785
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #36 il: Aprile 07, 2016, 03:05:52 pm »

no ina non è proprio così.
sono gli addominali (o, nel caso, i lardominali) che si contraggono quando il cavallo lavora bene e alza la schiena.
i muscoli superiori (quelli intorno alla colonna) in teoria non si contraggono ma si rilassano, allungano con la distensione.
un cavallo che ha i muscoli superiori contratti e, dunque, che lavorano, è imbarcato.
poi va beh questo per quanto riguarda il dorso... la groppa (che fa anche lei parte della schiena, a voler vedere) è un pò diverso.

Anche questa è una versione mooolto semplificata, praticamente sbagliata :)
Adesso però devo lavorare.

Connesso
"Entschuldige, mein Tier, ich werde schon noch dahinterkommen"
Udo Bürger
"Scusami, mio animale, prima o poi ci arriverò"

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1745
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #37 il: Aprile 07, 2016, 07:12:54 pm »

Piano.... JDO se la prende con la definizione: "muscolare il dorso".

Muscolare un dorso è un modo di dire che può andar bene in un caso solo: in presenza di una schiena patologicamente atrofica, di solito per una sella sbagliata o un lavoro sbagliato (di solito tutti e due) protratti nel tempo. In quel caso la speranza con un lavoro e una sella corretti è di rivedere quel tratto dorsale riacquistare di volume. E' da circa tre mesi che ho preso un cavallo così. Boh. Ma non credo di riuscire nel breve a cambiare qualcosa. Se la schiena non è atrofica allora la definizione non ha senso. Ma non mi pare che qualcuno qua abbia tirato in ballo questa cosa del dover lavorare la schiena...
Connesso
La natura ha le sue leggi, i principii le loro regole, e l'uomo i suoi pregiudizi.
(F. Baucher)

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 7485
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #38 il: Aprile 07, 2016, 07:31:52 pm »

Ho riflettuto abbastanza (per conto mio, aimè, devo trovare riscontro alle mie elucubrazioni solitarie) e mi sembra di aver capito che nel movimento l'azione attiva principale dei muscoli della schiena sia quella di bloccare il bacino e permettere che la spinta del posteriore spinga in avanti il corpo del cavallo. Non è mica poco; anzi è fondamentale; e spiega anche perchè nel cavallo  che "spinge" bene la schiena sia ben muscolata, e che per muscolarla occorre incoraggiare la spinta dei posteriori.

Al contrario, l'azione della schiena è assai dubbia quando si tratta di "arrotondare" il cavallo, eppure molti sono convinti che l'azione dei muscoli della schiena diminuiscano la sua concavità - questo semplicemente non è fisiologicamentge vero: la contrazione simmetrica dei muscoli della schiena provoca l'effetto opposto, come si vede bene stimolandoli a cavallo fermo: la loro contrazione fa abbassare, non certo innalzare, la colonna vertebrale. Ma è già stato detto e ridetto; tuttavia meglio ripeterlo.  :angel5: Nei forum funziona così: le stesse cose devono essere ripetute con pazienza, perchè nessuno ha l'obbligo di leggersi tutto quello che è già stato scritto. Guarda Raffaele quante volte cita l'Assioma senza stancarsi mai....  :icon_rolleyes:
« Ultima modifica: Aprile 07, 2016, 07:34:43 pm da alex »
Connesso
"Il cavallo arriva ancora agitato e fradicio di sudore per la sua corsa furibonda. Toglietegli la briglia.", disse Rousselet.

Ina:)

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 1426
  • Non c'è vittoria senza sacrificio
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #39 il: Aprile 07, 2016, 07:39:04 pm »

Io max, ma più che altro perché ho frainteso quello che succede sotto la sella (e che poker mi ha spiegato nella sua risposta di prima😊)

Comunque, io rientro appunto nel caso in cui la schiena era veramente messa male. Il cavallo visto da terra all'inizio aveva l'incollatura che pareva anche in una posizione accettabile, ma la schiena era davvero orribile...sfruttando la definizione di poker sembrava proprio "imbarcato" quando veniva costretto a lavorare in un certo modo (che a me pareva già sbagliato allora, ma ad ogni mia richiesta di spiegazione mi veniva detto che fosse normale.)
A me personalmente le flessioni sono servite molto, così come lavorare con le tiedmann, almeno per dare un impostazione iniziale. C'è da dire che ho anche un cavallo estremamente volenteroso e soprattutto con rigidità che si sono risolte appena ha iniziato a lavorate bene. Con un altro cavallo sicuramente avrei faticato di più

Comunque, mi pare che tutto ciò sia abbastanza OT

Mi chiedo, é veramente possibile che il cavallo mantenga l'impulso, continuando a lavorare in equilibrio e rotondo, se il cavaliere assenta completamente la gamba?

Connesso
Perchè vado a cavallo?
Perchè, quando guardo il mio cavallo, vedo le mie speranze e i miei sogni. Vedo la mia felicità, il mio successo, il mio orgoglio e la mia anima. Guardo in uno specchio e vedo una persona.
Quando guardo il mio cavallo, io vedo me stessa.

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 7485
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #40 il: Aprile 07, 2016, 07:58:25 pm »

Sulla base della mia esperienza di cavallaro, sì, è possibile, e va valorizzato quello che diceva Poker : prima l'assetto (che spesso basta) e se l'assetto non basta, allora le gambe. Asia rallenta e accelera subito, sui nostri sentieri, senza  mano e senza gamba; io mi unisco al suo movimento con l'assetto, ma anche lei si unisce con il suo movimento al mio assetto. Assetto indipendente secondo me significa questo: non avere sempre necessità nè della mano, nè della gamba; essere liberi di usarle solo quando è necessario.

E' il cosidedetto self-carring. Non significa mica che il cavallo debba essere capace di self-carring per un'intera lezione, significa che deve essere capace di farlo per varie falcate. Un  cavallo che ha bisogno di un aiuto continuo, a ogni falcata, secondo me ha difetti di addestramento; non lavora "volentieri". 
Connesso
"Il cavallo arriva ancora agitato e fradicio di sudore per la sua corsa furibonda. Toglietegli la briglia.", disse Rousselet.

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1745
Re:Il cavallo deve farsi spingere?
« Risposta #41 il: Aprile 07, 2016, 11:35:14 pm »

Uno dei motivi per cui insisto sulle flessioni della parte dietro dedicandogli pari tempo che al davanti è proprio perché sento che se non lo faccio le anche spingono in modo asimmetrico e vanificano il lavoro fatto davanti. Quello che ha notato Alex quindi ci sta tutto. Una metà di schiena che non bloccasse il bacino al pari dell'altra causerebbe un'asimmetria nella spinta.

Una redine orizzontale, tenuta tesa in direzione dell'anca, può innescare quella risposta uguale e contraria nella metà cavallo che si sente "concava" e che si vuole incoraggiare ad allungarsi/tendersi. Ma bisogna imparare come regolare questa tensione (mano fissa e redine tesa in rapporto alla bocca MA elasticità degli avambracci).

La "rotondità" poi, è un cavallo che riassorbe parzialmente la curva inferiore dell'incollatura abbassando la testa e rilevando il garrese, ma per rilevare davvero il garrese l'azione muscolare intuita da Alex dai posteriori deve arrivare fino a lì sotto. Qualcosa del genere...
Connesso
La natura ha le sue leggi, i principii le loro regole, e l'uomo i suoi pregiudizi.
(F. Baucher)