Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: galoppo disunito  (Letto 742 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Corla

  • Jr. Member
  • *
  • Online Online
  • Post: 93
  • Sdomo
galoppo disunito
« il: Dicembre 28, 2016, 01:05:11 pm »

Buongiorno a tutti. Sto lavorando un cavallo fermo da quasi due anni. I motivi sono Ch non era più monta bile perché era stato lavorato da Cavallari,  che lo hanno rovinato fisicamente e mentalmente. Ormai lo monto da un po e tra lavoro in sella e da terra è diventato sereno e regolare. Da subito ho notato una difficoltà nel portare sotto il posteriore destro, questo si vede sopratutto al galoppo, chiaramente. Al galoppo in circolo a mano dx infatti, si disunisce e dietro cambia. Da terra ho risolto questo problema preparandolo al galoppo facendo una cessione alla gamba da terra o cmq disimpegnando il posteriore. Così facendo una volta al galoppo lo mantiene corretto e parte anche correttamente. Mi date però qualche consiglio per quando sono in sella? Se mentre galoppo cambia, devo fare transizione al trotto e per evitare che lo rifaccia devo portare il posteriore all interno? Ancora evito la groppa in dentro perché penso sia troppo presto e vorrei evitare che diventi una biscia. 

Mi servirebbero consigli per le partenze senza che parta disunito e che correzioni fare se parte corretto ma cambia mentre sto galoppando

Grazie
Connesso

Kimimela

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 5357
  • Amazzone imprigionata in corpo da impiegata
Re:galoppo disunito
« Risposta #1 il: Dicembre 28, 2016, 01:20:30 pm »

il fatto che abbia difficolta' presuppone un piccolo problema fisico, nel senso che sicuramente e' "bloccato" da una parte.
credo che una buona visita osteopatica ti possa risolvere in parte il problema, dopo di che' puo' lavorare sulle flessioni al trotto anche trottando sul diagonale interno facendo una controflessione.
questo aiuta molto a sciogliere la muscolatura.
poi chiedi il galoppo e se parte giusto allunga, tieni presente che I galoppi corti o canter non favoriscono il mantenimento del galoppo giusto qualora ci siano problemi come nel tuo caso.
dovresti lavorare costantemente su questo, ma ti consiglio una bella visita + trattamento osteopatico.
Connesso
La Medicina (Canto Apache)
“Il vento e’ la mia medicina che spazza via le pietre dalla mia mente. La pioggia e’ la mia medicina che lava le mie ossa stanche.
Il mio cavallo è la mia medicina, e quando cavalco il ritmo del suo passo dentro mi accende”

Corla

  • Jr. Member
  • *
  • Online Online
  • Post: 93
  • Sdomo
Re:galoppo disunito
« Risposta #2 il: Dicembre 30, 2016, 04:38:52 pm »

Faccio già lavoro sulle flessioni ed esercizi di stretching che mi ha insegnato un osteopata. In realtà non c'entra il fatto che sia al canter o allunghi, se allunga ma non impegna cambia. Deve impegnarsi per tenere l'equilibrio e non cambiare dietro, e sviluppare la muscolatura corretta.già questo alla longia riesco a farglielo fare, chiedevo proprio dei consigli un po più tecnici perche lui avrà sicuramente dei blocchi,  molto migliorati con il lavoro ch sto facendo ma sicuramente sbaglio anche io quando monto. Grazie cmq

Ps: pensavo questo forum fosse un po più tecnico, con persone competenti vedo che invece sono tutti più impegnati nella parola contraria. .. parlare di niente attira sempre molto! Grazie lo stesso
Connesso

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1719
Re:galoppo disunito
« Risposta #3 il: Dicembre 30, 2016, 06:05:22 pm »

è che i "tecnici" si sono stufati tempo addietro di dare consigli via forum... anche perché più faccio esperienza meno mi sento un "tecnico", se mai lo sono stato, e quindi una volta avevo bisogno di fare tutti quei ragionamenti teorici che forse ti aspettavi tu... oggi tendo a tenere la mente sgombra e ascoltare il cavallo...

il mio consiglio è ascoltare il cavallo per capire dove tenere il tuo peso: bene sopra la parte "ribelle" (al galoppo dx in genere è sul suo post dx, ma posso sbagliarmi) per tenercelo senza che cambi, quel tanto che basta da fargli tenere la fatica un po' di più della volta prima... e se cambia fa niente, fermi e riparti giusto... come se nulla fosse, anzi quasi come se fossi contento, se te la prendi è peggio...

potrei dirti anche di fare flessioni della groppa (travers, renvers) e passi indietro come se piovesse... ma se hai paura che diventi una biscia vuol dire che non sei sicuro di renderti conto di quando "sta evadendo" da quando invece "sta nell'esercizio"... per essere utili, le due piste devono dare la sensazione che finalmente si "raddrizza", si "tende", il contatto diventa più elastico... se la sensazione è di "evasione", di "biscia", è perché una delle due redini non fa l'opposizione necessaria e/o il tuo assetto è fuori posto... o chissà che altro...
Connesso
La natura ha le sue leggi, i principii le loro regole, e l'uomo i suoi pregiudizi.
(F. Baucher)

Corla

  • Jr. Member
  • *
  • Online Online
  • Post: 93
  • Sdomo
Re:galoppo disunito
« Risposta #4 il: Dicembre 30, 2016, 07:08:24 pm »

Mmm... ho capito... il cavallo in effetti è molto delicato è un arabo , piccolo, quindi diciamo che è molto sensibile ai miei spostamenti di peso. Basta niente. Data la razza, e dato che il lavoro su due piste tende un po a chiudere( se non c è una messa in mano cofermata), io mi stavo concentrando per lo più sulla messa in mano. Mi è capitato con alcuni cavalli particolarmente "flessibili" che se faccio il lavoro su due piste prima di aver confermato altro, quid troppo presto, possano "utilizzare" questi spostamenti come difesa e "torcersi" quando non richiesto. Ecco perché sono cauta. Quindi la groppa in dentro può aiutarmi? E perché la groppa in dentro e non una cessione? Premetto che cmq sono seguita , solo che vedrò il mio istruttore a febbraio per suoi problemi personali. Nel frattempo... studio :D

Ps: scusa non ho capito cosa intendi dire per tenere il peso nella "parte ribelle" quindi il posteriore dx.

Pps: va bene, meno tecnica più cuore ;)
Connesso

max

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 1719
Re:galoppo disunito
« Risposta #5 il: Dicembre 31, 2016, 09:55:06 am »

no no se ti serve capire la tecnica devi continuare su quella fino a che non ne potrai più e ti verrà a nausea, ma allora avrai un bagaglio da poter usare all'occorrenza

quando il cavallo cerca di 'uscire' da come lo abbiamo messo c'è sempre una parte ribelle che si 'alza', perché è come se lo mettessimo 'seduto' in un certo modo, se tu ti siedi in un certo modo e vuoi cambiare posizione devi 'alzare' qualcosa, una gamba, un braccio, una spalla... tu al cavallo ci stai seduta sopra e lo sai/senti in anticipo, ci metti il tuo peso sopra e se proprio non glielo impedisci gli risulta chiaro come vuoi che rimanga...

anche se è una cosa dinamica e non statica, le andature hanno comunque delle sequenze di 'posizioni' che si susseguono ciclicamente, lo sappiamo bene: il galoppo è anteriore interno, diagonale esterno, posteriore esterno e poi si ricomincia... quando vuole disunirsi e alterare la sequenza comporta che una delle sue parti si 'ribelli' cioè si sposti per poter, per così dire, creare lo spazio al cambiamento... potrebbe essere la testa che viene sù, oppure un posteriore/un'anca che si raddrizza/alza... bisogna sentire e correggere per tempo con una redine o il peso...

la messa in mano non migliora più di tanto insistendo a usare la mano o facendo flessioni, perché se all'inizio è vero che è direttamente la mano e la parte davanti a influenzarla, quasi subito (vale a dire quando ci si mette in movimento e ci si imbatte in vari problemi) è tutto il corpo del cavallo che la influenza... quindi è di cosa fa tutto il corpo che bisogna preoccuparsi, quindi le due piste sono necessarie per dare scioltezza a tutto quanto...

io credo che la 'paura di fare' non porti mai da nessuna parte e che le 'sensazioni-chiave' le si possa sentire e capire solo facendo, provando, sbagliando... quindi dal mio punto di vista se il cavallo diventasse una biscia poco male: dovrai per forza studiare cosa sbagli e imparare qualcosa di nuovo tuo malgrado..... ^_^
Connesso
La natura ha le sue leggi, i principii le loro regole, e l'uomo i suoi pregiudizi.
(F. Baucher)

raffaele de martinis

  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 4760
Re:galoppo disunito
« Risposta #6 il: Gennaio 01, 2017, 02:21:03 am »

Max è una ingenua ragassa giovine, crede di ciacolare con uno dei 19 "sapienti" presenti in Itaglia, invece sta trattando con le mille  (mille plurale di milla) di turno che - poarete - non lo capiscono, non lo possono capire.

Questo non vuol dire che le mille sono decerebrate, semplicemente non hanno fatto ancora il suo percorso e forse non lo faranno mai.

Con codeste bisogna agire di rimbalzo, per viee indirette, anco pereché le senzazioni le possono spiegare solo i poeti e di poeti "ne nascono due o tre in un secolo".

Restando terraterra, ecco come gar avvicinare "le mille" alla comprenzione del galoppo disunito:

Cosa si fa con un bimbo che - lieto - recita la Vispa Teresa che ha imparato a scuola?
Lo si lascia recitare, al massimo gli si dà un "aiutino" se si impunta se è momentaneamente in difficoltà; certo, se si vede che sbaglia, che non la sa bene, allora, lo si fa ricominciare d'accapo e ripetiamo assieme la gioliva ode fino a quando l'avrà imparata... se si distrae gli faremo un allegro cazziatone... se non si impegna: gli somministreremo uno scapaccione... se si ribella: niente TV - niente giuochi - niente smartfon - niente giolivi compleanni degli amici fino a quando non avrà imparato la vispa... scommettiamo che la impara?
Coi lalli è uguale!

Se vi va di approfondire e di guardare le bellille figurelle, seguite lo linco:

https://calmoinavantiedritto.blogspot.it/2015/12/posizioni_30.html



Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud

milla

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 5465
  • Sdomo
Re:galoppo disunito
« Risposta #7 il: Gennaio 01, 2017, 09:15:52 am »

Scusa Raffaele ma io resto della mia idea: si può capire tutto, anzi qualunque normodotato può capire tutto, anche argomenti ostici purché vengano esposti con chiarezza.
Te lo dice una Milla delle mille
Connesso

Corla

  • Jr. Member
  • *
  • Online Online
  • Post: 93
  • Sdomo
Re:galoppo disunito
« Risposta #8 il: Gennaio 01, 2017, 10:52:04 am »

Grazie max :) cmq se imparassi qualcosa di nuovo non sarebbe mio malgrado. Anzi. Imparare è quello che voglio ed è il motivo per cui salgo a cavallo. Questa piccola gatta da pelare me la sono presa, e cerco di capire al meglio come risolvere i problemi,  e già di lavoro ne ho fatto un bel pò. E sta tirando fuori dei bei movimenti, ma che sudore ragazzi... il galoppo disunito in realtà si inserisce in un discorso più ampio, dove il cavallo aveva la fobia del contatto, il simpatico vizio di prenderti la mano, l'ansia del galoppo , una muscolatura totalmente assente dopo anni in un box e altre simpatiche problematiche unite ad una morfologia svantaggiata di un arabo, per del lavoro in piano. Dai, glielo concedo. Si risolverà anche questo col lavoro e il tempo :)

Ps: Raffaele sei un simpatico vecchietto. E quando si invecchia si torna bambini e, come i bambini, si cerca di attirare l'attenzione su di sé. Dai, ti concedero' altro spazio chiedendoti chi sarebbero questi 19.  Ma solo perché sono Buona
Connesso

raffaele de martinis

  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 4760
Re:galoppo disunito
« Risposta #9 il: Gennaio 01, 2017, 02:07:53 pm »

Grazie max :)
Ps: Raffaele sei un simpatico vecchietto. E quando si invecchia si torna bambini e, come i bambini, si cerca di attirare l'attenzione su di sé. Dai, ti concedero' altro spazio chiedendoti chi sarebbero questi 19.  Ma solo perché sono Buona

Bah, bello chiamare "simpatico vecchietto" un omaccione di un metro e ottantacinque per 90 chili completo di barbone e capello che arriva alle spalle e andatura da cauboi... ma questo non lo potevi sapere, ma, con un minimo di accortezza, ti saresti potuta informare sul grado di simpatia che godo in questo foro.

Per completezza di informatione:  ho un carattere a dir poco "difficile"  e malgrado l'età e gli acciacchi son ancora sempre pronto al gozzoviglio e allo sberleffo", molti mi amano, molti mi odiano, tutti mi rispettano/da tutti mi faccio rispettare, ma nessuno - finora .- mi aveva dato del "simpatico vecchietto".

Sei stata troppo Bona...
Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud

Corla

  • Jr. Member
  • *
  • Online Online
  • Post: 93
  • Sdomo
Re:galoppo disunito
« Risposta #10 il: Gennaio 01, 2017, 02:50:12 pm »

Acciderbeccolina!!! Sembri proprio un energumeno :D guarda, il punto è che a me non interessa se siete simpatici o antipatici , se siete nani o giganti , cosa fate nella vita... a me piacerebbe parlare di cavalli. È così complicato in un forum di equitazione? Leggere la parola contraria è come andare in edicola e comprare quei giornaletti per adolescenti di una volta, tipo" cioe'", che parlano di cose così tanto per farsi leggere. Quindi, parliamo di cavalli. Tu, che sei un grandissimo cavaliere con un assetto perfetto, che sa quello che fa , ti ritrovi con un cavallo che parte ad una mano solo disunito.  Tu cosa fai? Non voglio sapere cosa fa il tal maestro di equitazione del passato bla bla bla. Vorrei sapere cosa faresti tu. O mi sa che è una domanda poco poetica per voi, troppo di bassa lega per i grandi maestri che ci sono qui... e noi povere mille... mai capiremo...

Povera Italia.... poi ci lamentiamo. .. che i giovani migrano all'estero... e dove vuoi che vadano...
Connesso

raffaele de martinis

  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 4760
Re:galoppo disunito
« Risposta #11 il: Gennaio 01, 2017, 03:49:52 pm »

Raffaele sei un simpatico vecchietto. E quando si invecchia si torna bambini e, come i bambini, si cerca di attirare l'attenzione su di sé. Dai, ti concedero' altro spazio chiedendoti chi sarebbero questi 19.  Ma solo perché sono Buona.

Da quanto sopra, sembrava che ti interessasse la mia persona dal punto di vista biologico: vecchietto e dal punto di vista caratteriale: simpatico, dopo di ché hai lietamente fatto una prognosi sullo mio stato di infantilismo senilis, e riduci la marea di ragasse che segue la "Parola Contraria" a gossippare della minchia..

Quindi, parliamo di cavalli. Tu, che sei un grandissimo cavaliere con un assetto perfetto, che sa quello che fa , ti ritrovi con un cavallo che parte ad una mano solo disunito.  Tu cosa fai?

Ah così si ragiona!

Il "grandissimo cavaliere", dicie che non si impara, tantomento si inzegna l'equitatione stando al computer, in linea del tutto ecezziunale ti risponde: stabilito che il lallo non ha ploblemi di schiena, di anche, di incollatura nel qual haso li avesse ci vole il vet. il simpatico vecchietto controllerebbe la musculatura e nel caso fosse a posto deduce che si tratta solo di ploblemi di equilibrio dovuti ad errato addestramento e/o da monta scorretta dell'utante.

Quindi esplora: per prima hosa vede come parte al galoppo, controlla se parte per perdita o per presa, dubito che parta per presa perché in quel caso gli sarebbe assai difficile partire disunito, se parte per perdita bisogna assolutamente insegnargli a partire con presa, dunque, inzegnare quell'addestramento daccapo.

Se parte per presa, lavorando sulle partenze dal passo al galop e dal fermo al galop e dal rinculo al galop mi farebbe magna maraviglia se partisse disunito.

Ma ammettiamo che malgrado tutto ciò continuasse nella sua credenza, allora andrei per tentativi, usando i trucchi del mestiere: uso dell'angolo, controgaloppo, appoggiate al galoppo cercando di cogliere l'attimo dell'initio della disinunione et corriggerlo immediatamente... trovare et usare il "carpe diem" non te lo può spiegare nessuno.

Ora, a parte il "carpe diem", se tu sai praticare quanto sopra, se hai una solida esperienza di addestramento "normale" non avresti fatto quela domanda.
Se hai fatto quela domanda vuol dire che non hai experientia sufficiente, allora, io ho perzo solo del tempo a darti retta, l'ho fatto volentieri solo perché sei Bona.
« Ultima modifica: Gennaio 01, 2017, 03:52:04 pm da raffaele de martinis »
Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud

Corla

  • Jr. Member
  • *
  • Online Online
  • Post: 93
  • Sdomo
Re:galoppo disunito
« Risposta #12 il: Gennaio 01, 2017, 04:06:28 pm »

. il simpatico vecchietto controllerebbe la musculatura e nel caso fosse a posto deduce che si tratta solo di ploblemi di equilibrio dovuti ad errato addestramento e/o da monta scorretta dell'utante.



Qui casca l'asino. Partendo dal presupposto che, come ho detto, fa così anche alla corda, ti informo He un cavallo che parte disunito alla longia e montato non può avere "la muscolatura a posto". Il poco equilibrio di cui è dotato il cavallo deriva dalla sua muscolatura "non a posto" come dici tu. L'equilibrio del cavallo e la sua muscolatura sono connesse. Uno scarso equilibrio deriva da una muscolatura asimmetrica, quale è la sua dopo anni fermo in un box.

Se un cavaliere/addestratore tutto logo mi dice che se la muscolatura è a posto allora è un prpblema di equilibrio mi fa capire che non ha ancora ben capito come è fatto un cavallo :) grazie
Connesso

raffaele de martinis

  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 4760
Re:galoppo disunito
« Risposta #13 il: Gennaio 01, 2017, 04:35:06 pm »

Ho detto: il simpatico vecchietto controllerebbe la musculatura e nel caso fosse a posto... nel caso, ho detto, nel caso fosse a posto... sei ancora  mbriaca da ieri sera.
Connesso
Il cavallo? Una donna come l'altre!
Jean-Louis Gouraud

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Online Online
  • Post: 7249
Re:galoppo disunito
« Risposta #14 il: Gennaio 01, 2017, 05:13:22 pm »

Max è una ingenua ragassa giovine, crede di ciacolare con uno dei 19 "sapienti" presenti in Itaglia, invece sta trattando con le mille  (mille plurale di milla) di turno che - poarete - non lo capiscono, non lo possono capire.

Confermo: per quanto mi riguarda, quello che max racconta mi affascina ma non lo posso capire. E' il risultato di molta fatica e di molte letture: adesso mi pare di aver imparato a capire quello che non posso capire.

Io mi accontento, e rinuncio; io sono quello che sono, Asia è quello che è, time is gone; ma i ragazzi con una vita davanti a sè (e sufficiente passione) dovrebbero fare uno sforzo, e non accontentarsi, e non rinunciare finchè non avranno capito del tutto.
Connesso
Non basta che il cavallo obbedisca, deve farlo volentieri (modificato da Raabe)
La disobbedienza non esiste; esistono solo richieste mal fatte (modificato da Rarey)