Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: Letture equestri  (Letto 1034 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

FrancescoVII

  • Jr. Member
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 21
  • Sdomo
Letture equestri
« il: Gennaio 09, 2017, 06:38:19 pm »

Ciao :ciao:
Volevo chiedervi se mi potreste suggerire qualche lettura sulla tecnica equestre di base scritto in termini comprensibili a un principiante. L'unico per ora che mi stato suggerito Centered Riding...
 Aggiungo che I testi possono essere scritti anche in lingua anglosassone.

Grazie
Francesco
Connesso

Angeletta85

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 4172
  • ..nel mondo dei Sogni!
Re:Letture equestri
« Risposta #1 il: Gennaio 09, 2017, 07:15:44 pm »

C gia un altro topic aperto con questo tema...controlla...
Connesso
... impossibile solo se credi che lo sia...

FrancescoVII

  • Jr. Member
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 21
  • Sdomo
Re:Letture equestrie
« Risposta #2 il: Gennaio 09, 2017, 07:29:16 pm »

Purtroppo usando la funzione ricerca non riesco a trovarlo, quindi ripropongo la questione.
Connesso

milla

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 5967
  • Sdomo
Re:Letture equestri
« Risposta #3 il: Gennaio 09, 2017, 07:39:43 pm »

Centered Riding fatto bene, comprensibile a tutti ed utile.
Connesso

FrancescoVII

  • Jr. Member
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 21
  • Sdomo
Re:Letture equestri
« Risposta #4 il: Gennaio 09, 2017, 07:55:24 pm »

 :pollicesu:

Qualche altro testo?
Connesso

segreto

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 735
  • Guardo, stupisco e dubito
Re:Letture equestri
« Risposta #5 il: Gennaio 09, 2017, 08:29:08 pm »

Grandissimo O.T. intitolato "Lamento del bibliofilo": son finiti gli anni dei buoni libri per l'equitante curioso (quello che cerca lo stato dell'arte attuale, senza scoperchiare tombe. Rispettabili, ma pur sempre tombe. Ch non neppure vero che i cavalli son sempre gli stessi!).
Anni fa c'era un offerta non costosissima e intelligente. Da quando qualunque pisquano pu fare un libro con minima spesa e minima qualit (Editoria on demand con procedimenti digitali), gli editori veri si sono legati alla logica del ritorno veloce. E quindi: "Spazio alle nuove scuole di pensiero (sic!), ai metodi alternativi e all'equitazione naturale (nel significato di "accessibile a imbranati volenterosi" e non nel significato che gli dava Caprilli).
Quando cerco un testo serio lo devo cercare sul banco dei libri usati. Sul mercato del nuovo i buoni titoli "non sono al momento disponibili".
L'ottanta per cento del mio non piccolo scafale dedicato al cavallo costituito da libri comprati prima dell'anno duemila.
Poi arrivato qualcosa dalle traduzioni, qualcosa dalla Francia, che sempre un bel serbatoio, poco (o niente?) di originale italico.

Se riesci procurati "Equitazione di base. Manuale tecnico per i giovani cavalieri" di Federico Tomassi e il "Manuale della BHS (British Horse Society)", giusto per cominciare. Entrambi delle Edizioni Mediterranee.
Il primo lo puoi leggere con un po' di pazienza e senza spendere soldi su Books.google.it. Ti d il link (spero di averlo copiato giusto):
https://books.google.it/books?id=qzW40NrmJ9QC&pg=PA192&dq=equitazione+di+base&hl=it&sa=X&redir_esc=y#v=onepage&q=equitazione%20di%20base&f=false

Segreto
Connesso

madamen67

  • Desperate but not serious - Macumbatrice Ufficiale del Forum
  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 12192
  • ...Don't hate me because I'm wonder...
Re:Letture equestri
« Risposta #6 il: Gennaio 09, 2017, 08:50:43 pm »

Io avevo letto cose interessanti di Gianni Balzaretti, che ha pure una pagina FB. Uno dei pochi che ha scritto sul completo qui in Italia, se non erro. E poi un "classico": "Il dito nella piaga" di Gerd Heuschmann, uscito per Equitare in italiano. Ora me lo d esaurito ma se ti incuriosisce dovresti riuscire a trovarlo e se lo cerchi online trovi comunque notizie in pi sul testo.
Connesso
Non invidiate. Applaudite e poi fate di meglio

FrancescoVII

  • Jr. Member
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 21
  • Sdomo
Re:Letture equestri
« Risposta #7 il: Gennaio 09, 2017, 09:06:56 pm »

Grazie a tutti!
Vedr di leggerli tutti.
Francesco
Connesso

Bubba

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 3708
Re:Letture equestri
« Risposta #8 il: Gennaio 09, 2017, 09:09:48 pm »

Il dito nella piaga lo consiglio.
C' e' anche la versione per ragazzi " il mio cavallo tiene il naso avanti " che merita una letta
Connesso

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8200
Re:Letture equestri
« Risposta #9 il: Gennaio 10, 2017, 12:33:21 am »

Ho guardato su Google il libro di Tomassi. E' un medico sportivo? Odio i medici sportivi. E' un tecnico? Odio anche i tecnici.

Ma se proprio inevitabile ridurre l'equitazione a agonismo.... temo che medici sportivi e "tecnici" siano un male necessario.
Connesso
Il cavallo cos intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.

segreto

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 735
  • Guardo, stupisco e dubito
Re:Letture equestri
« Risposta #10 il: Gennaio 10, 2017, 01:41:25 pm »

@ Alex: diciamo che esiste chi nell'equitazione cerca l'agonismo e chi no. Ed in ogni modo alcuni presupposti dell'agonismo mettono in condizione di perseguire un risultato tecnico salvaguardando il soggetto (che qui sono due).
Per permettimi di dire che difficile trovare chi, praticando l'agonismo, odi quelli che non lo apprezzano.
Io ho vissuto praticando l'agonismo dai dodici anni fino al 2013 (cinquantadue anni fa e non solo in equitazione, come gi accennato in altro topic) e ho notato che quelli che sono imbottiti di agonismo non odiano ma, se mai,  guardano con sufficienza quelli che non lo praticano.
Credo di vedere quindi una "scala di valori" che va da un ipotetico basso a un altrettanto ipotetico alto e che implicitamente percepita da tutti. Cose ancestrali.
Torniamo a Tomassi: aiuta, non esaurisce l'argomento, ma aiuta. Se poi non serve a tutti, pazienza.

Segreto
Connesso

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8200
Re:Letture equestri
« Risposta #11 il: Gennaio 10, 2017, 02:58:11 pm »

Ammetto che ho una particolarissima avversione per l'agonismo e la competizione, e che un punto di vista abbastanza stravagante. Tuttavia, quando l'agonismo viene nutrito e manipolato dall'interesse economico (e in equitazione gli esempi sovrabbondano), il conflitto fra "valori" e "interessi" dovrebbe essere abbastanza evidente, anche per persone meno stravaganti di me.

Connesso
Il cavallo cos intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.

segreto

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschio
  • Post: 735
  • Guardo, stupisco e dubito
Re:Letture equestri
« Risposta #12 il: Gennaio 10, 2017, 05:31:52 pm »

O.T.: Plausibilmente la degenerazione economica sta all'agonismo come la prostituzione sta al sesso: una brutta muffa che cresce su un terreno di coltura destinato a far fiorire belle piante.
Ma fortunatamente c' qualche atleta dall'anima bella (anche tra gli amici del forum, credo) che non la lascia prosperare (non dimentichiamo che un agonista , prima di tutto, un atleta, anche se in equitazione sovente lo si dimentica o si riserva il termine ai soli cavalieri professionisti).

Segreto
Connesso

alex

  • Gran trascrittore d'opere d'altri tempi
  • Coordinatore di Progetto
  • Hero Member
  • **
  • Offline Offline
  • Post: 8200
Re:Letture equestri
« Risposta #13 il: Gennaio 10, 2017, 08:07:21 pm »

Secondo me, il cuore e il fascino dell'equitazione il "contatto" fra un uomo e un animale. Ha veramente importanza solo ed esclusivamente quello. Ogni elemento estraneo lo disturba. Non dovrebbe nemmeno esserci competizione all'interno del binomio (leadership): proprio come non c' competizione fra cervello e gambe.

Spettatori, compagni di cavalcate, istruttori, tecnici, medici sportivi eccetera: tutti elementi di disturbo.

Il sito di Homocaballus scomparso dal web; si sar stufato; spero. L'ultimo capitolo del breve sito - intitolato "The reward" - racconta di una cavalcata notturna, in solitaria, dove l'uomo il capitano, ma il cavallo il nocchiero: la debole visione notturna  non permette all'uomo di distinguere il terreno, e l'uomo si affida al cavallo, che di notte vede molto meglio, dopo avergli indicato la meta.

Un sogno. fatto realt.
« Ultima modifica: Gennaio 10, 2017, 08:08:58 pm da alex »
Connesso
Il cavallo cos intelligente che capisce presto che gli conviene sembrare stupido.

FrancescoVII

  • Jr. Member
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 21
  • Sdomo
Re:Letture equestri
« Risposta #14 il: Gennaio 10, 2017, 08:39:28 pm »

Secondo me, il cuore e il fascino dell'equitazione il "contatto" fra un uomo e un animale. Ha veramente importanza solo ed esclusivamente quello. Ogni elemento estraneo lo disturba. Non dovrebbe nemmeno esserci competizione all'interno del binomio (leadership): proprio come non c' competizione fra cervello e gambe.

Spettatori, compagni di cavalcate, istruttori, tecnici, medici sportivi eccetera: tutti elementi di disturbo.

Il sito di Homocaballus scomparso dal web; si sar stufato; spero. L'ultimo capitolo del breve sito - intitolato "The reward" - racconta di una cavalcata notturna, in solitaria, dove l'uomo il capitano, ma il cavallo il nocchiero: la debole visione notturna  non permette all'uomo di distinguere il terreno, e l'uomo si affida al cavallo, che di notte vede molto meglio, dopo avergli indicato la meta.

Un sogno. fatto realt.

Bellissima l'ultima parte
Connesso