Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

Nome utente: Password:

Autore Topic: Una settimana di lavoro  (Letto 3195 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

cilla

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 1413
  • Sdomo
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #15 il: Marzo 26, 2019, 11:25:10 am »

Grazie! Io sono un po'paranoica sullo rimanere staffati per cui tendenzialmente metto solo le punte nella staffa. L'istruttrice mi fa mettere il piede appoggiato sulla parte posteriore del metatarso perché così, come dici tu , la gamba rimane più morbida e lavoro più sui quadricipiti invece di puntare troppo sulle staffe portando il piede troppo in avanti. Facendo così in realtà il tallone rimane quasi parallelo al terreno ma la caviglia è più morbida. Io invece tendevo a tenere il tallone molto basso ma a puntare sulle staffe.

Prendo lezioni proprio perché da soli è impossibile correggersi e negli anni ho acquisito un sacco di errori di assetto. Piccole cose ma quando il cavallo bipolare ha una giornataccia gradirei essere più salda in sella possibile  :horse-cool:
Connesso

maya

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1796
  • Sdomo
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #16 il: Marzo 26, 2019, 12:24:01 pm »

Eh già per me sono stati giorni illuminanti,grazie a Miky e Tony ho avuto modo di rincontrare persone di spessore che hanno fatto un pezzetto di equitazione e che passano spesso all’Estancia perché si sta proprio bene,ascoltare,ascoltare...cercare nel mio piccolissimo di mettere in atto dettagli che ignori e avere la possibilità di venire corretto sul momento,di fermarsi,capire come stai facendo muovere la santa bestia che ti sopporta e coordinare i tuoi movimenti con i suoi...io monto sola,di difetti ne ho accumulati svariati per colpa mia e grazie ai quadrupedi che mi hanno fatto un po’ perdere la bussola...eseguire un esercizio di cui hai la convinzione che stai eseguendo bene,ma che non c’entra nulla con quello che stai facendo e te ne rendi conto perché hai le foto e i video,mi ha dato molto da pensare...come riusciamo a distorcere la realtà,che percezione sfalzata che abbiamo di noi in sella,seguiti da un istruttore spesso non si riesce a concludere un granché...figurarsi a leggersi un libro e pensare di riuscire a mettere in pratica quello che abbiamo interpretato,pensando di poterlo replicare ....quanto siamo arroganti....ma soprattutto sante bestie che ci assecondano!!!!🙄...io sono tornata a casa un po’ più consapevole e sicuramente più attenta a correzioni ed esercizi che prima ignoravo....Ambi pure ha gradito parecchio, esercizi che ritorneranno utili nella vita di tutti i giorni😬
Connesso

Miky Estancia

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 2610
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #17 il: Marzo 26, 2019, 01:07:14 pm »

Eh già per me sono stati giorni illuminanti,grazie a Miky e Tony ho avuto modo di rincontrare persone di spessore che hanno fatto un pezzetto di equitazione e che passano spesso all’Estancia perché si sta proprio bene,ascoltare,ascoltare..

Lo sapevo che avresti gradito molto la cena con Maresciallo e Ispettore  :firuu: :occasion14: :love4: Ascoltare e rapportarsi con persone del loro calibro, è non solo istruttivo, ma anche molto piacevole, poiché la loro sapienza non si lega all'arroganza, ma all'educazione e alla gentilezza  :benedizione:

E peccato che non abbiamo avuto il tempo di andare a vedere la figlia del Maresciallo in dressage: si è  classificata al primo posto sia sabato che domenica. Ascoltare i commenti del Maresciallo ad ogni ripresa, sarebbe stato molto molto istruttivo  :pollicesu:
Connesso
La cosa che tollero meno al mondo, anche meno dell'ignoranza, è la maleducazione. Perché se avere il cervello piccolo è una disgrazia, essere cafoni è una scelta. A.P.

maya

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1796
  • Sdomo
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #18 il: Marzo 26, 2019, 01:15:09 pm »

Siiiii....mi hai fatto una sorpresa bellissima!
Io sono rimasta colpita da quanta cultura equestre,uno a sella e l’altro negli attacchi,entrambi così preparati sulle loro discipline,ma ugualmente interessati agli interventi e le osservazioni dell’altro senza cercare di sopraffare,sminuire il lavoro altrui....io sono stata uno spettatore quanto più attento possibile,zitta zitta...non mi sono persa una parola😬😂...però che signori quei due!


Ah si avrei pagato oro per ascoltare i commenti del maresciallo,che poi con uno sguardo è più eloquente di mille parole!!!!...eh ma mi sa che ci rincontreremo presto😂😂😂 :firuu:
Connesso

Miky Estancia

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 2610
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #19 il: Marzo 26, 2019, 01:39:06 pm »

L'istruttrice mi fa mettere il piede appoggiato sulla parte posteriore del metatarso perché così, come dici tu , la gamba rimane più morbida e lavoro più sui quadricipiti invece di puntare troppo sulle staffe portando il piede troppo in avanti. Facendo così in realtà il tallone rimane quasi parallelo al terreno ma la caviglia è più morbida. Io invece tendevo a tenere il tallone molto basso ma a puntare sulle staffe.


Ah ecco, la spiegazione c'è!  :occasion14:
Brava la tua istruttrice: se c'è la tendenza a spingere sulla staffa portando la gamba avanti, far calzare di più la staffa può essere un buon esercizio :pollicesu: a meno che non ti venga l'impulso di serrare il piede come se fosse la zampina di un uccellino sul ramo (alcuni lo fanno e allora, per evitare,  io uso legare gli staffili al sottopancia per dare l'indicazione della postura corretta).
Poi, una volta acquisita la giusta postura, si può tornare a calzare meno la staffa se si preferisce.
Ogni persona è un caso a se e necessita di correzioni particolari...ci sono molti modi per arrivare al risultato: più se ne conoscono, meglio è 0 :happy_birthday-736:
Connesso
La cosa che tollero meno al mondo, anche meno dell'ignoranza, è la maleducazione. Perché se avere il cervello piccolo è una disgrazia, essere cafoni è una scelta. A.P.

angy

  • Jr. Member
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 26
  • Sdomo
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #20 il: Marzo 26, 2019, 03:03:19 pm »

grazie mitica Miky! Sicuramente non avrò compreso tutto quello che hai descritto, ma la maggior parte delle cose mi è diventata chiara.

Inizio ad assembalre i vari tasselli  di ciò che descrivete sull'assetto, mi ci vorrà del tempo per comporre il puzzle, ma la cosa sta diventando interessante. :happy1:
Connesso

Miky Estancia

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 2610
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #21 il: Marzo 26, 2019, 05:11:40 pm »

Prego angy, sono contenta di esserti utile :occasion14:
Ricorda però che la pratica, effettuata su buoni cavalli e seguiti da un buon istruttore, è  fondamentale. Solo così  si riesce a tradurre in azioni corrette, quanto sppreso sulla carta....altrimenti si rimane "esperti da staccionata"  :icon_pidu:
Connesso
La cosa che tollero meno al mondo, anche meno dell'ignoranza, è la maleducazione. Perché se avere il cervello piccolo è una disgrazia, essere cafoni è una scelta. A.P.

angy

  • Jr. Member
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 26
  • Sdomo
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #22 il: Marzo 26, 2019, 10:36:39 pm »

Parole sante, le tue, Miky!
Seguo la mia istruttrice in tutto ciò  che mi spiega, pero' il tempo è  sempre meno di quanto vorrei, soprattutto per chiedere spiegazioni teoriche.

Il forum per questo serve molto, si possono approfondire argomenti e condividere dubbi e opinioni!
Connesso

Miky Estancia

  • Hero Member
  • ****
  • Offline Offline
  • Sesso: Femmina
  • Post: 2610
Re:Una settimana di lavoro
« Risposta #23 il: Marzo 27, 2019, 06:35:35 pm »

Dopo 5 mesi di fermo, oggi finalmente la mia amica T è risalita in sella! :happy_birthday-736:
Super entusiasta, abbiamo iniziato il lavoro con un pò di riscaldamento al passo, un pò di ginnastichina posturale, poi abbiamo impostato un esercizio basato sui circoli al passo, da ripetersi al trotto.
Anche no. A farlo al trotto non ci siamo arrivate.
Potevamo farlo, ma....T non sarebbe riuscita ad eseguirlo bene, pertanto abbiamo abbassato il tiro, e al trotto abbiamo fatto cose semplici semplici.

Dopo 5 mesi di fermo, le cose cambiano un pò.
Fiato, tono muscolare, flessibilità. ... T aveva molto chiaro in mente quel che doveva fare, ma il corpo, a tratti, rispondeva diversamente.

Niente panico, niente rabbia, niente delusione, un bel sorriso e siamo ripartite da zero.
In fin dei conti, il cavallo è un piacere, niente fretta, con il tempo ed il giusto lavoro, T tornerà presto al livello di prima  :occasion14:
Connesso
La cosa che tollero meno al mondo, anche meno dell'ignoranza, è la maleducazione. Perché se avere il cervello piccolo è una disgrazia, essere cafoni è una scelta. A.P.